Città vecchia

Foto di Cresy Crescenza Caradonna ‘BARI VECCHIA’

Città vecchia

Quando torno a casa mia
mi piace passare per la città vecchia.
Ceruleo il cielo si affaccia
nelle luci dei stretti vicoli.

La gente qui
dove il mare fa capolino
si ritrova a bere sotto gli antichi archi
ed io passando mi ubriaco di immensa semplicità. Qui il vecchio ricorda mentre una donna litiga
sull’uscio di una bottega di friggitoria,
un ragazzo sorride.

E’ la vita che brulica tumultuosa
qui dove, in compagnia dei miei candidi pensieri vago
e mi sento a casa
tra i pudici chiarioscuri dei serrati vicoli.
Cresy Crescenza Caradonna
Bari 10.04.2019

INAUGURAZIONE MOSTRA MUSEO DELLO SPORT – Fortino Sant’Antonio Bari

PUGLIA D'AMARE

Reportage di Crescenza Caradonna

Cresy Crescenza Caradonna

© Puglia d’amare Quotidiano d’informazione

View original post

“Una bianca casetta di calce” poesia di Cresy Crescenza Caradonna

“Una bianca casetta di calce”

Vide lontano senza lamenti
suoni nell’etere espansi a profusione
una bianca casetta di calce
all’alba di un mattino d’estate,

lindo il suo cuore ruppe il silenzio
erano le cinque di una quiete d’ombra silente
un singhiozzo raccolse il mio andar fievole
tra i ciottoli di quella stretta stradina mediterranea,

ero in uno specchio dalle ali spezzate
dai fiori spinosi nel quale uno strascico d’anima vagava
nel riflesso dell’altra,
in un incedere cadenzato,
che ruppe l’incanto del primo albore,

vide lontano
ma si perse nel far del giorno prima della luce… l’altra
come un chiuso orologio senza lancette
lì nella bianca casetta di calce
in uno spicchio di ricordo.
Foto & Poesia
di Cresy Crescenza Caradonna

 

L'immagine può contenere: pianta, fiore, spazio all'aperto e natura

 

Nato il 12 gennaio 1953 …Volo libero

Nato il 12 gennaio 1953

“Volo libero”

Monti innevati
l’inverno arriverà
in cielo un’anima li guarderà

libero in volo
senza più dolore e paure
levato ho il mio grido di dolore

asciugo le lacrime
in un giorno freddo di novembre.

Crescenza Caradonna

 

SCRITTA IL 5 novembre 2011 @
(Dedicata a Guido Melioli)

Voglio,

avrò se non qui,in altro luogo

che ancora non so.

Niente ho perduto.

Tutto sarò.

(Pessoa)



“Una bianca casetta di calce”

“Una bianca casetta di calce”

Vide lontano senza lamenti
suoni nell’etere espansi a profusione
una bianca casetta di calce
all’alba di un mattino d’estate

lindo il suo cuore ruppe il silenzio
erano le cinque di una quiete d’ombra silente
un singhiozzo raccolse il mio andar fievole
tra i ciottoli di quella stretta stradina mediterranea,

ero in uno specchio dalle ali spezzate
dai fiori spinosi nel quale uno strascico d’anima vagava
nel riflesso dell’altra, in un incedere cadenzato,
che ruppe l’incanto del primo albore,

vide lontano
ma si perse nel far del giorno prima della luce… l’altra
come un chiuso orologio senza lancette
lì nella bianca casetta di calce
in uno spicchio di ricordo.
Foto & Poesia di CresyCrescenza Caradonna
#poesia #crescenzacaradonna #fotografia#mediterraneo

13237691_1303690259658551_6980769107579264012_n.jpg

10 scatti per Bari Vecchia-Vernissage Mostra Fotografica



10 scatti per Bari Vecchia

Vernissage Mostra Fotografica


Grazie della citazione tratta da una mia poesia/breve racconto di “Bari Vecchia” sulla locandina dell’evento perché fotografare è come scrivere una poesia fatta di emozioni visive, di ricerca e di cuore…complimenti Antonio Tevere la nostra bella città vecchia ne sarà magnificata!

 Bari Vecchia

Passeggio per le stradine della mia città, odore di ragù e di pulito, tra i vicoli donne sull’uscio intente ad impastare e a chiacchierare, parole incomprensibili, mi salutano allegramente. In lontananza odo i rintocchi del vecchio campanile, l’aria è profumata di mare mentre stridenti rondini si librano tra i ruderi di antiche case nobiliari svetta la Basilica di San Nicola. Mi incammino tra gli stretti vicoli di Bari vecchia, la vita scorre lenta lenta tra quei ciottoli pregni di storia. L’odore buono del mare solletica il mio olfatto già estasiato dai mille e più profumi dei vicoli in festa per San Nicola, sì il santo patrono della città : oggi è il giorno a lui dedicato. Una folla di gente accorre verso la muraglia, le vecchie mura della città, brulica con il naso all’insù dove spettacolari fuochi dai colori fantastici illuminano la notte stellata baciata da una argentea luna piena. Io mi perdo nella mia città ingoiata da volti sconosciuti intenti a festeggiare. Stordita dalla calca, ritrovo la via e m’incammino per non so dove ma felice di aver avuto la possibilità di ubriacarmi di vita della bella mia città!

di Crescenza Caradonna

 

Copyright©2010 Inedita
Tutti i diritti riservati
Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni
Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione
in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.

 

Vernissage Mostra Fotografica
Mercoledì 1 giugno 2016 -ore 21.00-
C.so Italia, 112
BARI


http://wp.me/p137Y2-d81

Posted by Cresy Crescenza Caradonna on Wednesday, June 8, 2016

Il mio saluto al vecchio anno- Odor acre di pace a cura di Cresy

12421663_1186749154685996_496631780_n

~Il mio saluto al vecchio anno che possa essere traghettato verso un ‘vero anno nuovo’ fatto di pace, amore e condivisione per tutti i popoli del mondo~



“Odor acre di pace”

Un miracolo per inghiottire le guerre,
mettete il bianco tra il rosso del sangue versato
ricco di un arcobaleno di colori che faccia tacere
i colpi delle armi,
che siano silenziati nella ricchezza dell’amore,
muove i popoli l’amore
smuove le montagne;

una mezza verità dilaga in ogni ombra umana
la consapevolezza che il gelo
possa cristallizzare l’anima
avara di quella solarità sopita;

nuvole a scaglie che nascono e muoiono
sono il mutevole sentire dei tempi odierni
che seguono l’andare dei venti di guerra,

un miracolo per quest’odor acre di morte
che possa sussurrare l’ascolto alla pace
inquieta ricchezza per gli uomini di buona volontà.
Foto/Poesia di  CresyCrescenza Caradonna

 

B
U
O
N
:::
A
N
N
O

Cresy♥

Clochard di Crescenza Caradonna

 

Foto di Crecenza Caradonna
Foto di  Crescenza Caradonna

Clochard 

Il mio letto è freddo
mi sono seduta a piangere

qui  è tutto buio
l’inverno avanza.

Mi ritorna in mente quel vecchio clochard
indolente dormiva d’un sonno cupo
come letto una panchina

danzavano le brune foglie ignare.

L’inverno avanza
non posso dimenticare

ho talmente male al cuore
d’un male che ti toglie il respiro.

L’inverno avanza
oggi la panchina
l’ho trovata vuota.@

Cresy CrescenzaCaradonna

Copyright©Tutti i diritti riservati
ALL RIGHTS RESERVED

http://wp.me/p2pBfG-i

‘Poesia nuova’ 31 Agosto 2010-NASCE IL BLOG di Crescenza Caradonna


31 Agosto 2010
NASCE IL  BLOG 

Cresy Caradonna’s Blog

 

Continua a leggere “‘Poesia nuova’ 31 Agosto 2010-NASCE IL BLOG di Crescenza Caradonna”

” Giacomo Leopardi ” Alla luna

” Giacomo Leopardi ”

Alla luna


Alla Luna Giacomo Leopardi



Alla luna

O graziosa luna, io mi rammento
Che, or volge l’anno sovra questo colle
Io venia pien d’angoscia a rimirarti:

Giacomo Leopardi



L’urlo – Poesia di CresyCrescenza Caradonna

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, sMS e natura

L’URLO

Urli tanto
da perdere la voce
chiedi aiuto.

Ti sembra che il mondo
sia indifferente al tuo dolore
nessuno t’ascolta
eppure tutti sanno.

Sanno dell’infelicità
che t’attanaglia l’anima il corpo
ma voi dove siete ti chiedi

Urli ancora
poi..una luce lì nel buio
t’apre uno spiraglio

T’incammini verso di lei
ti circonda di pura energia
riportandoti alla vita
che disperatamente
stavi perdendo.

Cresy Crescenza Caradonna
(Diritti Riservati)
2 settembre 2010 @

ENCOMIO SOLENNE alla CREATIVITA’ per la LODEVOLE OPERA SVOLTA nel campo della SCRITTURA CREATIVA II° edizione “Concorso Letterario IDEA DONNA Lui e Lei ” 2010 Poesie:” Barriera” e ” L’urlo “

GRAZIE PER LA VISITA!

Riempiamo Facebook di fiori per interrompere la saturazione di immagini e video negativi sulle nostre pagine.-Approdo di Crescenza Caradonna –

 


 

Sii farfalla … per librarti sui fiori

di una soave rinascita chiamata vita!

Mamma Poesia di Cresy#


CHE OGGI FB DIVENTI UN GIARDINO DI FIORI!

image

 


 

Riempiamo Facebook di fiori per interrompere la saturazione di immagini e video negativi sulle nostre pagine.

Grazie dell'iniziativa che acccolgo e rilancio!
 
 

 image


 


 

456106_10150726773380209_1280106146_o

Abbraccio


BLOG

http://solopoesiedi.blogspot.it/

http://solopoesiedicresy.blogspot.it/

http://solopoesiedi.blogspot.it/2014/09/i-libri-di-crescenza-caradonna.html