CANDIDO GIGLIO

“Candido giglio”

Non ancora nato
il più povero dei poveri
è quel bambino,

Madre Teresa parlava così,
dimenticare queste parole è arduo,

essere indifeso senza voce
tu piccolo mai nato
invisibile ma inviolabile
d’anima e di dignità

piccolo mai nato
innocente candido giglio,

nessuna donna può negare la maternità…nessuna,

solo l’amore è la prevenzione
per te piccolo mai nato
una preghiera solo una preghiera
struggente nenia silente
di vita negata.

di Cresy Crescenza Caradonna Caradonna

“L’abbraccio della morte” poesia di Cresy Caradonna

 

L’abbraccio della morte

Una bara bianca
una partenza
un arrivo

un burrone
una luce,

lacrime
e poi una carezza ad un bimbo rimasto orfano
e poi un abbraccio per placare
la rabbia
il rancore,

Genova disperata
Genova spaccata
Genova nel cuore per sempre

di Cresy Crescenza Caradonna

ODE ALLA TELA Poesia di Cresy Caradonna

 

ODE ALLA TELA

Risplende come marmo
affiora l’essenziale
espressione
del tempo che fu,

suggestiva semplicità
si adagia nel presente
storia di un’entità
lì nella trama di una tela,

vive
s’anima
è fluida materia,

ode alla tela
ode al pittore
che l’ha ritratta

immortale è ormai
quello sguardo di donna
suadente viso
di un passato d’artista.
di Cresy Crescenza Caradonna
(OPERA DI GIUSEPPE DE NITTIS -un particolare- foto di Cresy)

PALAZZO DELLA MARRA-BARLETTA-dom.22 luglio 2018Reportage Fotografico a cura di Cresy Crescenza CaradonnaPuglia d'amare Quotidiano d’informazionehttps://wp.me/p83ry9-ca3

Posted by Cresy Crescenza Caradonna on Sunday, July 22, 2018

 

Globo Lunare_POESIA DI CRESCENZA CARADONNA

IL BUONGIORNO

Globo lunare

Tu ci sei
solitudine struggente
trepida ed allegra
bussi  alla porta dei ricordi

vivi lì nello spazio
piroetti a passo di danza
nostalgica voce trasparente
di ambigui desideri celati

addosso l’odore delle rose
raccolte come segreti

danza in un girotondo
struggente solitudine
scia argentea
in un luminescente globo lunare.©

Crescenza Caradonna


Copyright ©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati

Pubblicata anche su:
” Poesia “
Diritti d’autore  Copiare è reato!

Questo blog è dedicato alle mie poesie , sono da considerarsi opere pubblicate ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore. La riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione dell’Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge. Si ricorda comunque che qualsiasi opera dell’ingegno è tutelata da Licenza CC, che esclude la riproduzione senza corretta attribuzione. Molte immagini sono state prelevate dal Web. Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare e saranno eliminati immediatamente.

 ….. Grazie! …..

  Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

GRAZIE PER LA LETTURA!

“IO DONNA” di CRESCENZA CARADONNA

“Io donna” Il libro di Crescenza Caradonna

‘Amor mio’

“A come Amore”

💟
“Amor mio”

Riflessi d’amore così impalpabili
lampi fugaci senza tempo ne spazio
sono lì negli occhi lindi del tuo volto,
sei purezza

Questo slideshow richiede JavaScript.


sei luce
stupendo cielo eden del cuore.

È laggiù nel perdersi astrali vaga l’anima
ieri , domani tra gli angeli sorveglianti di te
amor mio indecifrabile inizio senza fine@
Inedita2016Cresy

Acquerello/Aquarela

 FOTO di IULIAN – BARCELONA –
 

(1983)

 Canta:

Toquinho

Sopra un foglio di carta lo vedi
chi viaggia un treno sono tre buoni amici
che viaggiano e parlano piano
da un’America a l’altra è uno scherzo
ci vuole un secondo
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
un ragazzo cammina cammina
arriva ad un muro
chiude gli occhi un momento
a davanti si vede il futuro già.

E il futuro è un’astronave
che non ha tempo ne pietà
va su Marte va dove vuole
niente mai lo sai la fermerà
se ci viene incontro non fa rumore
non chiede amore e non ne da

Continuiamo a suonare
lavorare in città
noi che abbiamo un po’ paura
ma la paura passerà
siamo tutti in ballo siamo sul più bello
in un acquarello che scolorirà
che scolorirà.

Sopra un foglio di carta
lo vedi il sole è giallo ma scolorirà
ma se piove due segni di biro
ti danno un’ombrello che scolorirà
basta fare un bel cerchio ed ecco
che hai tutto il mondo che scolorirà”.

 
Album: Acquarello (1983)

di Toquinho, M.Fabrizio,V. de Moraes, G.Morra,
Ed. Sugarmusic/Luci Di Scena

English: Toquinho in Cremona, Italy, Aug., 5th...
English: Toquinho in Cremona, Italy, Aug., 5th, 2010 Italiano: Toquinho a Cremona, Italia, 5 agosto 2010

Aquarela

Numa folha qualquer
Eu desenho um sol amarelo
E com cinco ou seis retas
É fácil fazer um castelo…

Corro o lápis em torno
Da mão e me dou uma luva
E se faço chover
Com dois riscos
Tenho um guarda-chuva…

Se um pinguinho de tinta
Cai num pedacinho
Azul do papel
Num instante imagino
Uma linda gaivota
A voar no céu…

Vai voando
Contornando a imensa
Curva Norte e Sul
Vou com ela
Viajando Havaí
Pequim ou Istambul
Pinto um barco a vela
Brando navegando
É tanto céu e mar
Num verde azul…

Entre as nuvens
Vem surgindo um lindo
Avião rosa e grená
Tudo em volta colorindo
Com suas luzes a piscar…

Basta imaginar e ele está
Partindo, sereno e lindo
Se a gente quiser
Ele vai pousar…

Numa folha qualquer
Eu desenho um navio
De partida
Com alguns bons amigos
Bebendo de bem com a vida…

De uma América a outra
Eu consigo passar num segundo
Giro um simples compasso
E num círculo eu faço o mundo…

Um menino caminha
E caminhando chega no muro
E ali logo em frente
A esperar pela gente
O futuro está…

E o futuro é uma astronave
Que tentamos pilotar
Não tem tempo, nem piedade
Nem tem hora de chegar
Sem pedir licença
Muda a nossa vida
E depois convida
A rir ou chorar…

Nessa estrada não nos cabe
Conhecer ou ver o que virá
O fim dela ninguém sabe
Bem ao certo onde vai dar
Vamos todos
Numa linda passarela
De uma aquarela
Que um dia enfim
Descolorirá…

Numa folha qualquer
Eu desenho um sol amarelo
(Que descolorirá!)
E com cinco ou seis retas
É fácil fazer um castelo
(Que descolorirá!)
Giro um simples compasso
Num círculo eu faço
O mundo
(Que descolorirá!)…

 

Globo Lunare- Poesia di Cresy

z54c4f9f95b872 (1)

Globo lunare

Tu ci sei
solitudine struggente
trepida ed allegra
bussi  alla porta dei ricordi

vivi lì nello spazio
piroetti a passo di danza
nostalgica voce trasparente
di ambigui desideri celati

addosso l’odore delle rose
raccolte come segreti

danza in un girotondo
struggente solitudine
scia argentea
in un luminescente globo lunare.©

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright ©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati

Pubblicata anche su:
” Poesia “
Diritti d’autore  Copiare è reato!

Questo blog è dedicato alle mie poesie , sono da considerarsi opere pubblicate ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l’autorizzazione dell’Autore. La riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione dell’Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge. Si ricorda comunque che qualsiasi opera dell’ingegno è tutelata da Licenza CC, che esclude la riproduzione senza corretta attribuzione. Molte immagini sono state prelevate dal Web. Se è stata violata qualche regola siete pregati di avvisare e saranno eliminati immediatamente.
 ….. Grazie! …..
  Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001.

GRAZIE PER LA LETTURA!

Così di Crescenza Caradonna

Così

Così grandi
Così intensi
Grandi occhi che scrutano
Ti prendono insinuano l’anima

Così sono voci che si perdono nelle vene
Rosse di vita respiro d’amor perduto

Così sulla via guardo perdendomi
Nel mare di quella salita di vita
Esalata nel cristallino andar@

Cresy Crescenza Caradonna

image

Opera di Isabella Graziano

G r a z i e

Rosa l’Angelo mio – PREMIO MARTUCCI 2012 –

Pensieri e Riflessioni by CresyCaradonna
Pensieri e Riflessioni
by CresyCaradonna

Rosa l’Angelo mio

Quel sorriso solare
quei modi d’altri tempi
quell’amore senza limiti
puro e sincero
ora appartengono a Dio.
Angelo già celato in te
Angelo rosa
come nuvola eterea soffio di infinito
così mi piace ricordarti
sei lì tra le tue anime più care
cullata dall’amore di chi ti ha tanto amata in vita
ed ora qui’ cullata dai nostri pianti terreni nell’ultimo tuo viaggio.
Angelo rosa
profumo senza tempo
amore celestiale che fine mai avrà
ora tra le mie mani mi resta solo una rosa
una rosa  in ricordo di te.

Cresy Crescenza Caradonna

C I A O zia Rosa 

con me nell’anima per sempre!

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright ©2011 Inedita

Tutti i diritti riservati

 


Attesto di merito al



‘Anna’ di Cresy Caradonna


«Anna»

Poesia tratta dal libro:

“Verso di me Donna Poesia”

Di CrescenzaCaradonna



Anna

 

Anna  Anna  Anna
fuggi dall’amore ma l’amore  non da te!

Tra dolci profumate violette
ti aggiri,
tu angelico bene
tu stupore incantato
piena di pudica avvenenza
non ti accorgi del mondo
che ti gira attorno
t’appare invisibile.

Godi della vita
ne prendi a piene mani,

vivi e butta nel fuoco l’inquietudine,
chiaro è il tuo cammino
nel tuo giardino s’è aperto il cielo turchino.@

Cresy Caradonna Crescenza

(Riferimento a persone e fatti puramente casuale)
 7 dicembre 2010 @ 12:18

Copyright©Tutti i diritti riservati
ALL RIGHTS RESERVED

Grazie per la visita!


 Informazioni editoriali



VIETATO COPIARE UNO STRALCIO O L'INTERO SENZA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTRICE
GRAZIE

 



‘Digiuni’ poesia di Crescenza Caradonna

«Digiuni»

Complessa 
mastico amarezze 
di ideali persi
tra le pieghe
del vivere

è
assenza
come
brusco risveglio
da un torpore sensoriale

Acre sapore
di digiuni dell’anima
accarezzano
il vuoto interiore.

Scappa lontano
la mestizia
di raggianti attimi
persi per sempre.

Eppur tutto va.@

di Cresy Crescenza Caradonna