IL VIDEO DI TELEBARI: INTERVISTA A MARIELLA RAGNINIBIS

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE

fb_img_1502195716248_150220048366353INFO/CONTATTI: pugliadamareonline@gmail.com

FESTIVAL DELLA PACE ATTRAVERSO LA CULTURA

Arte, scienza e spiritualità
24-25-26 Luglio
-GIORNO FUORI DEL TEMPO-
GIARDINO DON TONINO BELLO
Villaggio Trieste-Bari-

Mercoledì 25 Luglio presentazione
del nuovo libro di Crescenza Caradonna:
“TERRA CREPUSCOLARE”

IL VIDEO DI TELEBARI: INTERVISTA A MARIELLA RAGNINIBIS

Presidentessa Associazione Stargate
per l’evento del:
Festival della Pace Attraverso la Cultura

L'immagine può contenere: 7 persone, tra cui Chiara Minafra, Cresy Crescenza Caradonna e Mariella Ragninibis, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'apertoNella foto al centro Mariella Ragninibis con Crescenza Caradonna, Chiara Minafra, Irina Hale


cropped-progetto-senza-titolo

View original post

IL BUONGIORNO di Crescenza Caradonna

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


IL BUONGIORNO DI CRESCENZA CARADONNA


Grazie …no è dovere

     «Il proprio dovere» è qualcosa che tutti dovrebbero avere nel loro DNA ma ahimè è cosa rara di questi tempi, ORIANA FALLACI, la grande scrittrice, giornalista e attivista italiana, diceva:

«NON SI FA IL PROPRIO DOVERE
PERCHÈ QUALCUNO CI DICA GRAZIE,
LO SI FA PER PRINCIPIO, PER SE STESSI,
PER  LA PROPRIA DIGNITÀ.»

     Grazie una parola divenuta obsoleta che sembra non abbia più senso, la si dice in ogni occasione, così tanto per dire qualcosa ma la credibilità della parola stessa è certamente cambiata oggi giorno c’è un continuo spreco di vocaboli detti e ridetti senza la minima cognizione di causa.

Dovere,
principio come dignità personale come esempio per la società che diviene sempre più carente di ideali sostutuiti da false ideologie e moralisti che si nascondono dietro ad un dito.

     Se tutti facessimo quel minimo sindacale la…

View original post 65 altre parole

ODE ALLA TELA Poesia di Cresy Caradonna

 

ODE ALLA TELA

Risplende come marmo
affiora l’essenziale
espressione
del tempo che fu,

suggestiva semplicità
si adagia nel presente
storia di un’entità
lì nella trama di una tela,

vive
s’anima
è fluida materia,

ode alla tela
ode al pittore
che l’ha ritratta

immortale è ormai
quello sguardo di donna
suadente viso
di un passato d’artista.
di Cresy Crescenza Caradonna
(OPERA DI GIUSEPPE DE NITTIS -un particolare- foto di Cresy)

PALAZZO DELLA MARRA-BARLETTA-dom.22 luglio 2018Reportage Fotografico a cura di Cresy Crescenza CaradonnaPuglia d'amare Quotidiano d’informazionehttps://wp.me/p83ry9-ca3

Posted by Cresy Crescenza Caradonna on Sunday, July 22, 2018

 

Quarta Edizione Premio Internazionale di Poesia Léopold Sédar Senghor 2018

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


Quarta Edizione Premio Internazionale di Poesia Léopold Sédar Senghor 2018

ASSOCIAZIONE AFRICA SOLIDARIETÀ ONLUS

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA

Sulle orme del poeta Léopold Sédar Senghor

QUARTA EDIZIONE – Anno 2018

 REGOLAMENTO

per partecipare puoi scaricare la scheda e il bando cliccando sul seguente link scheda di partecipazione e Bando del Premio Internazionale di Poesia Leopold Sedar Senghor Edizione 2018

 ART.1: Finalità

Promuovere la cultura della Pace, della Solidarietà e dell’Amore tra i popoli tramite la scrittura poetica; far conoscere la visione e diffondere le opere del grande poeta Léopold Sédar Senghor;

ART.2 Destinatari

Il Premio Internazionale è aperto a tutte le donne, a tutti gli uomini del mondo purché abbiano compiuto diciotto anni e scrivano in italiano o in francese. Il Premio è aperto a tutto lo spazio francofono: Africa, Caraibi, Europa, America ed è composto da Tre (4) sezioni.

ART.3: Sezioni previste

Sezione A: Libro di poesia in…

View original post 909 altre parole

75 mo anniversario strage studenti per mano delle Forze Monarchic di Luciano Anelli

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


75mo anniversario strage studenti per mano delle Forze Monarchic

Lidia Menapace Foto di Luciano Anelli


BARI

Una monumento stilizzato ricorda l’evento, una lapide i nomi dei caduti ed un’altra posta il 30 luglio 1944 dal Comitato di Liberazione, che recita:
“Questa strada, per meditato comando, per bieca ira di parte, fu arrossata di sangue innocente il 28 luglio 1943 nel tripudio per la servitù infranta è qui. Per poco fermati o passante ricorda l’obbrobrio antico, pensa ai caduti, prometti in cuor tuo di rimanere fedele alla libertà fino alla morte.”

«Ma il loro numero non è stato mai definitivamente accertato» ricorda Vito Antonio Leuzzi nell’«Introduzione» a «Memoria di una strage», un libro recentemente pubblicato a Bari dalle Edizioni dal Sud , curato da Giulio Esposito e dallo stesso Leuzzi, dell’Istituto pugliese per la Storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea. Realizzato con il contributo dell’Università di Bari, il testo raccoglie una serie…

View original post 273 altre parole

LO SPAZZINO INCAZZOSO Racconto semi-serio by Cresy

LO SPAZZINO INCAZZOSO

Racconto semi-serio by Cresy

Come ogni mattina mi sono recata con la mia dolce cagnolina AsiaLuna nel giardino o parco come è definito, ma ho i miei dubbi, per la solita passeggiata mattutina.

Entro e squinzaglio la cucciola che festante corre tra l’erba, altra definizione poco consona trattandosi di due o tre fil d’erba anche sporchi con escrementi di padroni/cani o cani/padroni poco inclini a pulire le feci dei loro amici animali, AsiaLuna annusa il terreno poi compie il suo quotidiano “bisognino”; in lontananza il netturbino di turno, attaccato al suo cellulare attraverso le cuffiette spazza e chiacchiera, in simultanea azione, il vialetto.

Prendo il mio sacchettino rosa con cuoricini bianchi e pulisco diligentemente ciò che Asia ha lasciato su quel lurido terreno mentre mi accingo a posarlo nell’apposito cestino per la raccolta dei rifiuti vari.
All’improvviso un urlo: “Signora non devi gettare lì… ho appena pulito!”
Esterrefatta lo guardo e infastidita gli grido, visto la distanza, il perchè…lui serafico sempre urlando: “Ho appena svuotato buttalo da un’altra parte”!
Allibita non credo alle mie orecchie, borbotto qualcosa e poi richiamo la mia cucciola e vado via.

Conclusione e Riflessione.
Come si può rimproverare me, in questo caso, di voler buttare il sacchetto con le defezioni del proprio cagnolino, nel cestino del parco solo perchè appena pulito mentre il terreno è pieno di feci da pulire e ramazzare invece di stare a quel cazzo di telefono tutto il giorno nelle tue ore lavorative? Perchè non vedi un pò più in là proprio dove stai mettendo i tuoi piedi caro spazzino?
Ciao spazzino spero di non incontrarti mai più.
Cresy Crescenza Caradonna

p.s. scusate le parolacce ma quando ci vuole… ci vuole

VERNISAGGE MOSTRA PERSONALE “OLTRE LA LUCE” DI RAFFAELLA FATO

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE

VERNISAGGE MOSTRA PERSONALE:
“OLTRE LA LUCE”
DI RAFFAELLA FATO

L’artista Raffaella Fato – Madrina Crescenza Caradonna

BARI

MARTEDÌ 24 LUGLIO 2018 SI È INAUGURATA LA MOSTRA PERSONALE DELL’ARTISTA VALENZANESE RAFFAELLA FATO PRESSO L’ANTICA MESTICHERIA DI “CARENZA BELLE ARTI” SITUATA IN VIA NICCOLÒ PICCINI, 158 A BARI, IN PIENO CENTRO CITTADINO.

(In 400 metri quadri si espongono più di 10.000 articoli oltre ai classici strumenti del pittore: cavalletti, tele, pigmenti. Il negozio è gestita dall’attuale proprietaria Enrica Carenza, figlia del Rag. Pasquale Carenza,  diplomata all’Accademia delle Belle Arti di Bari.)

LA MOSTRA HA AVUTO COME MADRINA CRESCENZA CARADONNA CHE HA ACCOMPAGNATO L’ARTISTA NEL REALIZZARE L’EVENTO DAL TITOLO: “OLTRE LA LUCE” CIÒ A CREATO UNA SINERGIA ARTISTICA CHE HA OTTENUTO UN GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO ACCORSO NUMEROSO.

PRESENTI ILLUSTRI OSPITI DEL CAMPO CULTURALE/ARTISTICO  BARESE TRA CUI: IL GIORNALISTA DOTT. LUCIANO ANELLI, IL PROF. NICOLA CUTINO, MARIA DE MARZO (PITTRICE), ROSA UNGARO (POETESSA VERNACOLARE), CELESTINA CAROFIGLIO (SCRITTRICE)…

View original post 156 altre parole

“OLTRE LA LUCE” Il video by Cresy Caradonna

“OLTRE LA LUCE”

Il video by Cresy Caradonna

 

 


 


"OLTRE LA LUCE" Mostra Personale Pittura di:Raffaella FatoEvento: Mostra personale di pittura di: Gabriella…

Posted by Cresy Crescenza Caradonna on Wednesday, July 11, 2018

Matilde Serao


Nata in questo giorno 25 luglio 1927 (91 anni fa)

Matilde Serao

data di nascita: venerdì 7 marzo 1856 (162 anni fa)
data morte: lunedì 25 luglio 1927 (91 anni fa)

Matilde Serao: Tra le massime scrittrici di fine Ottocento e pioniera del giornalismo italiano, fondò e diresse (prima donna a farlo) un quotidiano, tuttora protagonista della sfera editoriale italiana.

Nata a Patrasso (Grecia) e morta a Napoli nel luglio del 1927, prese confidenza con la carta stampata, accompagnando il padre Francesco nella redazione de “Il Pungolo”. Dopo le prime collaborazioni con il “Giornale di Napoli” e “Capitan Fracassa”, nel 1891, insieme al marito Edoardo Scarfoglio entrò al “Corriere di Napoli”.

Sostenitrice della libera informazione e di una rigorosa professionalità nel raccontare i fatti, con Scarfoglio diede vita nel 1891 a Il Mattino, destinato a diventare il più importante quotidiano del sud Italia. In quegli anni curò una popolare rubrica, I mosconi, che con sferzante ironia attaccava costumi e personaggi del proprio tempo.

Autrice di capolavori di narrativa, che denotano un marcato realismo e una profonda conoscenza della società, quali “Il ventre di Napoli” (1884), “La conquista di Roma” (1885) e “Vita e avventure di Riccardo Joanna” (1887) (definito da Croce “il romanzo del giornalismo italiano”), venne candidata al Nobel per la Letteratura nel 1926, poi assegnato a Grazia Deledda.


contatti/info
pugliadaamareonline@gmail.com