CantaPoeta: Lucio Battisti

fbi_sn

“Dolore è una gran gioia

che addolcisce il male.”

Lucio Battisti 

Respirando

Respirando 

la polvere dell’auto che ti porta via,
mi domando
perché più ti allontani e più mi sento mia.

Respirando
il primo dei ricordi che veloce appare
sto fumando
mentre entri nel cervello e mi raggiungi il cuore.

Proprio in fondo al cuore,
senza pudore
per cancellare
anche il più antico amore.

Respirandoti,
io corro sulla strada senza più frenare,
respirandoti,
sorpasso sulla destra e vedo un gran bagliore
Lontano una sirena e poi nessun rumore.
Lasciarti è fra i dolori quel che fa più male.
Fra tanta gente nera una cosa bella tu al funerale.

Respirando
pensieri un po’ nascosti mentre prendi il sole
ti stai accorgendo
“che un uomo vale un altro” sempre no non vale.

Respirando più forte
ti avvicini al mare.
Stai piangendo.

Ti entro nel cervello e ti raggiungo il cuore.
Proprio in fondo al cuore
senza pudore
per cancellare
anche il più nuovo amore.

Respirandomi
ti vesti e sorridendo corri e poi sei fuori
Respirandomi
tu metti in moto l’auto e accarezzi i fiori.

Lontano una sirena e poi nessun rumore.
Dolore e una gran gioia che addolcisce il male. 
Fra tanta gente nera una cosa bella tu a me uguale.

Respirandoci ,
guardiamo le campagne che addormenta il sole.

Respirandoci,
le fresche valli, i boschi e le nascoste viole.
le isole lontane, macchie verdi e il mare,
i canti delle genti nuove all’imbrunire.

VAI SU:

 

Musica by Cresy

MUSICA&PAROLE by Cresy

 

 

 

Images (Lucio Battisti album)
Images (Lucio Battisti album)
Lucio Battisti Tribute
Lucio Battisti Tribute

Lucio Battisti
Lucio Battisti

Vasco Rossi: L’uomo più semplice

Vasco Rossi
Vasco Rossi (Photo credit: Wikipedia)
(ANSA) – ROMA, 20 GEN –
Si intitola ”L’uomo piu’ semplice” e’ gia’ dal titolo si intuisce l’ironia che da sempre contraddistingue Vasco Rossi.
Il nuovo brano, prodotto da Vasco, sara’ in tutte le radio da domattina contemporaneamente e disponibile in versione digitale.
FOTO DA:

https://www.facebook.com/vascorossi

Vasco Rossi

«L’uomo più semplice»

Sono l’uomo più semplice che c’è
Sono l’uomo giusto per te
Sono l’uomo di questa sera
Sono l’uomo di primavera
Facciamo bene a stare insieme stare
Facciamo bene perché è sabato sera
Facciamo bene facciamo perché
C’è l’occasione e l’atmosfera
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Te la prendi te la responsabilità?
Sono un uomo buono
Sono un uomo sincero
Sono un uomo vero
Sono un uomo solo
Sono l’uomo di questa sera
Sono l’uomo di primavera
Facciamo bene a stare insieme stare
Facciamo bene perché è sabato sera
Facciamo bene facciamo perché
C’è l’occasione e l’atmosfera
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Sì… Facciamo bene perché
Siamo vivi, domani chi lo sa
Te la prendi te la responsabilità?
Sono un uomo
Sono un uomo
Sono l’uomo più semplice che c’è

L’Uomo Più Semplice, 2013

Sono l’uomo giusto per te

ARTICOLI CORRELATI DI Cresy

http://crescenzacaradonna.wordpress.com/2012/11/26/il-fiore/

http://crescenzacaradonna.wordpress.com/2012/08/09/gli-angeli/

http://crescenzacaradonna.wordpress.com/2013/01/24/vasco-rossi-luomo-piu-semplice/

Musica by Cresy

MUSICA&PAROLE by Cresy

 sito internet
GRAZIE
😉

Il violino



Il violino

http://wp.me/p2pBfG-12s

Note armoniose
magica sera,

agili mani
sul vivo legno
raccontano di te,

la musica è vita
il violino la passione.

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright © 2010 Inedita
Tutti i Diritti riservati




Articolo correlato

 

Firenze

 

  • Graphic design by AracCresy

 


 

English: Coat of Arms of Florence, Italy, trac...
English: Coat of Arms of Florence, Italy,


 


BELLE VEDUTE DI FIRENZE

Toscana
Italy



 

Continua a leggere “Firenze”

Haiku


 

antica terra
     sudore tra le zolle
ombra d’ulivo

Di Cresy Crescenza Caradonna











 

 



 

Haiku

Sassi e pietre

rifiorisce la vita

Amica terra

Cresy Crescenza Caradonna

VIETATO COPIARE O SCARICARE SENZA AUTORIZZAZIONE
GRAZIE

 

 

 

 

 

 

  • Haikus (ameliaappletree.wordpress.com)
  • Haiku (aldamerinicresi.wordpress.com)
  • Haiku 10 (candidpresence.wordpress.com)

 

John Lennon – Imagine-

“Imagine there’s no heaven
it’s easy if you try
no hell below us
above us only sky
imagine all the people
living for today…

Imagine there’s no countries
it isn’t hard to do
nothing to kill or die for
and no religion too
imagine all the people
living life in peace…

You may say I’m a dreamer
but I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
and the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
no need for greed or hunger
a brotherhood of man
imagine all the people
sharing all the world…

You may say I’m a dreamer
but I’m not the only one
I hope someday you’ll join us
and the world will live as one”.

——————————————-

Traduzione.

“Immagina non ci sia il paradiso
è facile se provi
nessun inferno sotto di noi
sopra solo il cielo
immagina che la gente
viva solo per l’oggi

Immagina non ci siano nazioni
non è difficile da fare
niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
immagina che tutti
vivano la loro vita in pace..

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
spero che ti aggregherai anche tu un giorno
e il mondo vivrà in unità

Immagina un mondo senza la proprietà
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o rabbia
una fratellanza tra gli uomini
immagina tutta le gente
condividere il mondo intero…

Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
spero che ti aggregherai anche tu un giorno
e il mondo vivrà in unità”.

Acquerello/Aquarela

 FOTO di IULIAN – BARCELONA –
 

(1983)

 Canta:

Toquinho

Sopra un foglio di carta lo vedi
chi viaggia un treno sono tre buoni amici
che viaggiano e parlano piano
da un’America all’altra è uno scherzo
ci vuole un secondo
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
un ragazzo cammina cammina
arriva ad un muro
chiude gli occhi un momento
a davanti si vede il futuro già.

E il futuro è un’astronave
che non ha tempo ne pietà
va su Marte va dove vuole
niente mai lo sai la fermerà
se ci viene incontro non fa rumore
non chiede amore e non ne da

Continuiamo a suonare
lavorare in città
noi che abbiamo un po’ paura
ma la paura passerà
siamo tutti in ballo siamo sul più bello
in un acquarello che scolorirà
che scolorirà.

Sopra un foglio di carta
lo vedi il sole è giallo ma scolorirà
ma se piove due segni di biro
ti danno un’ombrello che scolorirà
basta fare un bel cerchio ed ecco
che hai tutto il mondo che scolorirà”.

 
Album: Acquarello (1983)

di Toquinho, M.Fabrizio,V. de Moraes, G.Morra,
Ed. Sugarmusic/Luci Di Scena

English: Toquinho in Cremona, Italy, Aug., 5th...
English: Toquinho in Cremona, Italy, Aug., 5th, 2010 Italiano: Toquinho a Cremona, Italia, 5 agosto 2010

Aquarela

Numa folha qualquer
Eu desenho um sol amarelo
E com cinco ou seis retas
É fácil fazer um castelo…

Corro o lápis em torno
Da mão e me dou uma luva
E se faço chover
Com dois riscos
Tenho um guarda-chuva…

Se um pinguinho de tinta
Cai num pedacinho
Azul do papel
Num instante imagino
Uma linda gaivota
A voar no céu…

Vai voando
Contornando a imensa
Curva Norte e Sul
Vou com ela
Viajando Havaí
Pequim ou Istambul
Pinto um barco a vela
Brando navegando
É tanto céu e mar
Num verde azul…

Entre as nuvens
Vem surgindo um lindo
Avião rosa e grená
Tudo em volta colorindo
Com suas luzes a piscar…

Basta imaginar e ele está
Partindo, sereno e lindo
Se a gente quiser
Ele vai pousar…

Numa folha qualquer
Eu desenho um navio
De partida
Com alguns bons amigos
Bebendo de bem com a vida…

De uma América a outra
Eu consigo passar num segundo
Giro um simples compasso
E num círculo eu faço o mundo…

Um menino caminha
E caminhando chega no muro
E ali logo em frente
A esperar pela gente
O futuro está…

E o futuro é uma astronave
Que tentamos pilotar
Não tem tempo, nem piedade
Nem tem hora de chegar
Sem pedir licença
Muda a nossa vida
E depois convida
A rir ou chorar…

Nessa estrada não nos cabe
Conhecer ou ver o que virá
O fim dela ninguém sabe
Bem ao certo onde vai dar
Vamos todos
Numa linda passarela
De uma aquarela
Que um dia enfim
Descolorirá…

Numa folha qualquer
Eu desenho um sol amarelo
(Que descolorirá!)
E com cinco ou seis retas
É fácil fazer um castelo
(Que descolorirá!)
Giro um simples compasso
Num círculo eu faço
O mundo
(Que descolorirá!)…



 

Il cammino di una stella

Pieno di vento e di polvere
è il cammino
sottili alberi sbattono contro la tempesta
asciugo lacrime rosse

l’aria gelida mi deterge il viso
l’anima reclama amore
stilla nel profondo silenzio

c’è un gran fuoco che arde
in un pianto isterico fatto di paura
levati sono i gracili lamenti
d’una vita strappata nel ricordo di te.

Cresy Crescenza
2 dicembre 2011 @

DueDicembreDuemilaundici

 

 


Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search

 

Volo di stelle

Volo di stelle

Vedo stelle
notte dei desideri
vola il cuore via dall’amore

mani su di me le tue
vedo stelle vola il cuore
l’universo ti porterà da me
per farmi brillare

cuore nell’anima
miele ambrato sulla mia pelle
è respiro di baci

volo di stelle
se fossi angelo
sarei il tuo Eden d’emozioni
vola il cuore via
è la notte dei desideri
d’un vento di respiro d’amore.

Testo di Canzone
Cresy Crescenza

24 settembre 2011 @

Come miele

10259502_821621847865397_346365676_n

Come miele

Mille suoni sento vibrare nell’aria
note su note scrivo sul mio spartito
parole e parole baciano la melodia
in ricordi d’amore
in ricordo di te

Ancora sento il tuo profumo di miele su di me
ancora né sento il calore
ancora incollato al mio corpo sapore dolce di te

Mille suoni sento vibrare
mille baci mai più ripetuti
in ricordi perduti in aurore bagnate di te

ritorna per sempre quel fragile ricordo
ritorna nei sogni quel piccolo amore
parole e parole in ricordo di te. @

Cresy Crescenza

(Testo di canzone)
Copyright ©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati


Pubblicata anche su:

http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/06/come-miele.html 

Il violino di Crescenza Caradonna

“Il violino”

Note armoniose
magica sera,

agili mani
sul vivo legno
raccontano di te,

la musica è vita
il violino la passione.

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright © 2010 Inedita