“ORA”

“Ora”

Ora che passa

scorre così leggera

piccolo si fa il cuore

spazio d’amore tra le pieghe dell’anima

Ora che vola

è farfalla eterea

sorvola la vita fagocita l’aria dei respiri

Ora è nuvola

soffice sentiero inesplorato

ora che passa

e passa

scritto cosmico di un viaggio infinito@

DI Crescenza Caradonna

Solo Poesia di Cresy


Cresy

“Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” di Giacomo Leopardi

“Canto notturno di un pastore errante dell’Asia”
di Giacomo Leopardi.


Una cartolina da Recanati per Voi!


Che fai tu luna, in ciel? dimmi, che fai?
Silenziosa luna?
Sorgi la sera, e vai.

Giacomo Leopardi

Umberto Saba

25 agostoFile:Umberto Saba.jpg

Umberto Saba (Trieste, Italy)
Umberto Saba (Trieste, Italy)

Umberto Saba pseudonimo Umberto Poli, nasce a Triste il 9 marzo 1883 e muore a Gorizia il 25 agosto 1957 fu:
poeta, scrittore,


aforsta italiano

File:Umberto Saba 1.jpg

 Parlavo vivo a un popolo di morti.

Morto alloro rifiuto e chiedo oblio.  

daEpigrafe  

   

Amai

Amai trite parole che non uno
osava. M’incantò la rima fiore amore,
la più antica difficile del mondo.

Amai la verità che giace al fondo,
quasi un sogno obliato, che il dolore
riscopre amica. Con paura il cuore
le si accosta, che più non l’abbandona.

Amo te che mi ascolti e la mia buona
carta lasciata al fine del mio gioco.

 

Fanciulle

Maria ti guarda con gli occhi un poco
come Venere loschi.
Cielo par che s’infoschi
quello sguardo, il suo accento è quasi roco.

Non è bella, né in donna ha quei gentili
atti, cari agli umani;
belle ha solo le mani,
mani da baci, mani signorili.

Dove veste, sue vesti son richiami
per il maschio, un’asprezza
strana di tinte. È mezza
bambina e mezza bestia. Eppure l’ami.

Sai ch’è ladra e bugiarda, una nemica
dei tuoi intimi pregi;
ma quanto più la spregi
più la vorresti alle tue voglie amica.

 

 

Trieste

Trieste
Ho attraversata tutta la città.
Poi ho salita un’erta,
popolosa in principio, in là deserta,
chiusa da un muricciolo:
un cantuccio in cui solo
siedo; e mi pare che dove esso termina
termini la città.

Trieste ha una scontrosa
grazia. Se piace,
è come un ragazzaccio aspro e vorace,
con gli occhi azzurri e mani troppo grandi
per regalare un fiore;
come un amore
con gelosia.
Da quest’erta ogni chiesa, ogni sua via
scopro, se mena all’ingombrata spiaggia,
o alla collina cui, sulla sassosa
cima, una casa, l’ultima, s’aggrappa.

Intorno
circola ad ogni cosa
un’aria strana, un’aria tormentosa,
l’aria natia.
La mia città che in ogni parte è viva,
ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita
pensosa e schiva.

 

 

La malinconia

Malinconia
la vita mia
struggi terribilmente;
e non v’è al mondo, non c’è al mondo niente
che mi divaghi.

Niente, o una sola
casa. Figliola,
quella per me saresti.
S’apre una porta; in tue succinte vesti
entri, e mi smaghi.

Piccola tanto,
fugace incanto
di primavera. I biondi
riccioli molti nel berretto ascondi,
altri ne ostenti.

Ma giovinezza,
torbida ebbrezza,
passa, passa l’amore.
Restan sì tristi nel dolente cuore,
presentimenti.

Malinconia,
la vita mia
amò lieta una cosa,
sempre: la Morte. Or quasi è dolorosa,
ch’altro non spero.

Quando non s’ama
più, non si chiama
lei la liberatrice;
e nel dolore non fa più felice
il suo pensiero.

Io non sapevo
questo; ora bevo
l’ultimo sorso amaro
dell’esperienza. Oh quanto è mai più caro
il pensier della morte,

al giovanetto,
che a un primo affetto
cangia colore e trema.

 

BY

Cresy Crescenza Caradonna

Non ama il vecchio la tomba: suprema
crudeltà della sorte.

  

Premio Nazionale di Letteratura e Teatro – NICOLA MARTUCCI – CITTA’ DI VALENZANO-Bari-2013

Angeli
Angeli

FINALISTI PREMIO MARTUCCI 2013 – COMUNICATO GIURIA DI SELEZIONE

Premio Nazionale di Letteratura e Teatro

NICOLA MARTUCCI – CITTA’ DI VALENZANO –

2013

Undicesima edizione

Comunicato della Giuria di Selezione

SEGNALAZIONE DI MERITO
Libro di Poesia

“Nudo angolo di cielo”
di Cresy Crescenza Caradonna

SU:

http://wp.me/P137Y2-46U

….

"EDIZIONI PRECEDENTI ALLE QUALI HO PARTECIPATO"

 Edizione 2012

Attesto di merito  Sez. Poesia Inedita singola
PREMIO MARTUCCI
2012

 ” Rosa l’Angelo mio”
SU:
http://wp.me/p137Y2-1F7

Edizione 2011

Segnalazione d’Onore Sez. Poesia Singola Inedita
PREMIO MARTUCCI
2011

“Musica “
Su:
http://wp.me/s137Y2-musica

Edizione 2010

Segnalazione di merito Sez. Poesia Singola Inedita
PREMIO MARTUCCI
2010


“Angeli”

SU:
http://wp.me/s137Y2-angeli

  

 Calendario premiazioni:

Sabato 15 Giugno dalle 18,30:
Martucci Jr – Testi teatrali –Narrativa

Domenica 16 giugno dalle 18,30:
Libro edito – Poesia – Vernacolo – Premio Attore

di Cresy Crescenza Caradonna

ER TERNO A LOTTO

 Accademia d’Arte, Cultura e Tradizione Romanesca


 

ER TERNO A LOTTO

Ar Senato cià già buttato un sasso
drent’a lo stagno, un gruppo de Grillini.
Quinnici eletti fra ‘sti ragazzini
hanno votato presidente Grasso.

Grillo ha strillato: perché certi spini,
quann’entreno ner culo, pìeno spasso
e porteno l’idee tutte a l’ammasso.
Ma la Cammera ha eletto la Boldrini.

Però chi penza d’avè vinto un terno
a lotto, fa li conti senza l’Oste
perché de quelli là nessuno inciucia.

E avrà da fà li tridui ar Padreterno
o pregà la Madonna senza soste
quanno se voterà pe la Fiducia…

Peppe Renzi

Cresy
Cresy

18.03.2013

 siti web: www.accademiabelli.com

 

PRESIDENTE DELL’ACCADEMIA 
GIUSEPPE GIOACHINO BELLI

(Prof. Giuseppe Renzi)

Rainer Maria Rilke

Il sospiro dell’amico

Il sospiro della fidanzata 
per tutta la notte si alza, 
una breve carezza 
percorre il cielo abbagliato. 

È come se l’universo 
una forza elementare
 era di nuovo la madre di tutto l’amore è perduto. 

Sur le soupir de l’amie

Sur le soupir de l’amie 
toute la nuit se soulève, 
une caresse brève 
parcourt le ciel ébl

C’est comme si dans l’univers
une force élémentaire
redevenait la mède tout amour qui se perd.

ARTICOLI CORRELATI SU:
  • My little poetry

    RESPIRO L’ ANIMA

  • http://wp.me/p28N8b-vb
  • Rainer Maria Rilke, nach einer Zeichnung von E...My little poetry

    Comme un verre de Venise
    Comme un verre de Venise 
    sait en naissant ce gris 
    et la clarté indécise 
    dont il sera épris, 
    ainsi tes tendres mains 
    avaient rêvé d’avance 
    d’être la lente balance 
    de nos moments trop pleins. 
    Come un vetro veneziano
    Come un vetro veneziano 
    nascente sa che il grigio 
    indecisi e la chiarezza 
    che sarà l’amore, 

    e le tue mani gara
    aveva sognato in anticipo
    per essere equilibrio
    lento nostri momenti troppo pieno. 

Haiku 198

Cresy Crescenza
foto dell’autrice©
 
 
 
 
311318_316359811724939_1784162727_n
 

Antico sole
oro nel crepuscolo
Ora serale


Cresy Crescenza Caradonna
26 novembre 2011 @

da “Inverno”
di Umberto Saba

E’ notte, inverno rovinoso.

Un poco sollevi le tendine, e guardi.

Vibrano i tuoi capelli selvaggi

cropped-boty-1star.jpg

274095