PENSIERI E RIFLESSIONI

Se le donne abbassassero
le braccia il cielo cadrebbe

(proverbio africano)

Il buongiorno

Comportati con il tuo inferiore come vorresti che il tuo superiore si comportasse con te.
(Lucio Anneo Seneca)

Nato il 12 gennaio 1953 …Volo libero

Nato il 12 gennaio 1953

“Volo libero”

Monti innevati
l’inverno arriverà
in cielo un’anima li guarderà

libero in volo
senza più dolore e paure
levato ho il mio grido di dolore

asciugo le lacrime
in un giorno freddo di novembre.

Crescenza Caradonna

 

SCRITTA IL 5 novembre 2011 @
(Dedicata a Guido Melioli)

Voglio,

avrò se non qui,in altro luogo

che ancora non so.

Niente ho perduto.

Tutto sarò.

(Pessoa)



19 giugno 2015


Quando sei triste nulla ti consola devi solo aspettare che passi!

736197_730496190311297_1483561032_o
Ciao Roy riposa in pace
Unico per sempre!
http://wp.me/s137Y2-roy


La befana

 



download (14)

Nei miei ricordi questo giorno era l’apoteosi della felicità…
oggi tutto è cambiato perché abbiamo abituato i nostri bambini ad avere tutto sempre in ogni momento…
ma la calza con tante buone leccornie ancora oggi rimane un simbolo per tutti grandi e piccoli!
Buona Befana

 

FILASTROCCA


     gela la sera
     ancora una rosa
     l’inverno fiocca@




Buon  Compleanno
a chi oggi compie gli anni

A  U G U  R I

 


 

Foto passione

wpid-wp-1408431957279.png



Foto passione
byCrescenza Caradonna




Dio fece il cibo, 
ma certo il diavolo fece i cuochi. 
(James Joyce)

BUONA DOMENICA!



	

Oggi è domenica!

 



Ferma l’amore che passa!

 image

B U O N A…D O M E N I C A

Abbraccio

Buona Mattina

Floaties dieren plaatjesFloaties dieren plaatjesFloaties dieren plaatjesFloaties dieren plaatjesFloaties dieren plaatjes

12898_3901691145494_557968933_n



I sogni?

Ti aiutano a vivere!

Floaties dieren plaatjes


L’abbraccio

image

 

 

L’abbraccio«La vita senza libertà è come un corpo senza lo spirito»
Di Khalil Gibran

 

 

Il mondo di Dennis -Il mondo dei segni di Crescenza Caradonna

GIORNATA

Della Consapevolezza dell’Autismo

CHI SOGNA I MILIONI

CHI GIOCA  D’AZZARDO

CHI NASCONDE LA MANO

MA IL CIELO

E’ SEMPRE PIU’ BLU

..

Cantava Rino Gaetano

 Il mondo di Dennis

Vedo
tocco
non parlo
non sento

sorde le mie orecchie
ascoltano solo la voce dei segni

tace la mia bocca
parla solo la voce dei segni

la mia vita
è un dono d’amore

sempre mi nutre.@

Cresy Crescenza Caradonna
4 giugno 2011 @

Dennis, un ragazzo sordomuto,
per caso conosciuto ma mai più dimenticato.

A lui dedico questi brevi versi:

 «Era lì seduto mi guardava
ma era come se fosse altrove, occhi tristi,

che non potrò mai più dimenticare.»

” Io  felice nel mondo dei segni
perché la vita è un dono non posso sprecarla.”

Cresy♥

 
 Copyright ©2011 
...
Inedita Tutti i diritti riservati


Pubblicata anche su:

http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=209138
http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/06/il-mondo-di-dennis.html


Un giorno mi chiamerai ” Mamma “

Un giorno mi sveglierò  il sole splenderà giallo come i girasoli del mio giardino e tu mio piccolo Dennis mi chiamerai “Mamma”, il mio cuore esploderà di gioia ti abbraccerò al petto ed insieme per sempre cammineremo sui prati dell’amore verdi di felicità.

A mano a mano le stagioni diverranno rosa tutto in un colorato arcobaleno di emozioni, ora ti voglio bene amore mio piccolo uomo, sì mi sveglierò dal torpore del dolore e tu mi chiamerai la tua voce cara vocina amorevole, soffierà lieve lieve sul mio cuore di madre che vola alto sul tuo.

Ora  il cielo mi sembra sempre più blu, cantava Rino Gaetano “Ma il cielo è sempre più blu”, ed io lo grido forte sì azzurro d’un azzurro così intenso come i tuoi occhi figlio mio.

di Crescenza Caradonna

 

Bari mio amor di Crescenza Caradonna

 PASSEGGIANDO PER BARI

BARI MIO AMOR DI Crescenza Caradonna
BARI MIO AMOR
DI Crescenza Caradonna

 

ARTICOLO CORRELATO SU:

BLOG DI CRONACA

ROSA e NERO di Crescenza Caradonna

 

B4166 Ho raccolto un sassolino (Birkenau)di Crescenza Caradonna


images (23)

“B4166 Ho raccolto un sassolino”

Ho raccolto un sassolino 
a Birkenau
ora custodito nel fondo del mio cappotto
lo serro tra le mani
sembra che mi parli
degli orrori perpetuati nei silenti giorni del terrore nazista

b4166
un numero inciso a fuoco sulla pelle di un uomo seviziato
uno dei tanti ancora sopravvissuti
che parla di quell’orrore perpetuato ad un popolo
sterminato dalla follia atroce della mente di malefici carnefici
 
b4166
ha visto cose terribili
un uomo che ora grida non vendetta ma conoscenza 
perchè non si dimentichi mai il passato
affinchè più nessuno possa specchiarsi negli occhi di luridi assassini.@

diCresy Crescenza Caradonna

“La voce del pensiero”

 942498_769269029767346_277257406_n

Acquistabile su:
http://wp.me/P137Y2-4XQ