Se guardo indietro di Jim Morrison

La Fotografa
La Fotografa

cursori fluture gif 3D Animatii imagini

Se guardo indietro

Se guardo indietro
alla mia vita

a colpirmi sono
cartoline

foto rovinate
manifesti sbiaditi
di un tempo,

che non rieco a ricordare.

Jim Morrison
(da Tempesta elettrica)

 

cursore floare 3D gif Animatii ochelari divertenteBY

Cresy Crescenza Caradonna

web

classifica

GRAZIE

Maria Nazionale

 https://www.youtube.com/watch?v=0RvB_xz5FVM

Quando non parlo

Maria Nazionale

Quando non parlo e mi sto zitta
Sono felice perchè avverto la presenza delle note
E della loro, inesauribile bellezza

Quando non sento tocco il vento
E la sua musica non mente
E poi mi fa sentire mi fa sentire il senso
E la sua forza è, è una tempesta d’armonia

E poi, e poi
Non ci separeremo mai
Mentre il mondo galleggia nella bugia
C’è un bisogno infinito di poesia
E poi, e poi

Quando la notte lascio il letto
Guardo le stelle e mi rifletto come fa la luna in mare
E il mio cuore lo sta facendo con il tuo amore

E poi, e poi
Non ci separeremo mai
Mentre il mondo galleggia nella bugia
C’è un bisogno infinito di poesia
E poi, e poi

Dimenticando ogni rumore
Sento più forte il tuo respiro e all’unisono con il tuo
Niente va perso nell’incredibile universo

Musica e Testo di Enzo Gragnaniello

Seconda Serata Sanremese: Ospiti e Cantanti

 

 note

Seconda Serata Sanremese: Ospiti e Cantanti

I BIG IN GARA  

Modà   “Come l’acqua dentro il mare” e “Se si potesse non morire”

Malika Ayane “Niente” e “E se poi”

 Simone Cristicchi  “Mi manchi” e “La prima volta (che son morto)”

Almamegretta con “Mamma non lo sa” e “Onda che vai”

Max Gazzè   “Sotto casa” e “I tuoi maledettissimi impegni”

Annalisa Scarrone   “Non so ballare” e “Scintille”

Elio e le Storie Tese  “Dannati forever” e “La canzone mononota”.

I PRESENTER 

  Max Biaggi ed Eleonora Pedron per i Modà

Neri Marcorè per Malika Ayane

Jessica Rossi per Simone Cristicchi

Filippa Lagerback per Almamegretta

Elisa di Francisca, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori per Max Gazzè

Carlo Cracco per Annalisa

Roberto Giacobbo, conduttore per Elio e le Storie Tese.

OSPITI 

 Bar Refaeli

Beppe Fiorello

Carla Bruni 

Asaf Avidan 

  

I GIOVANI IN GARA 

Il Cile  con “Le parole non servono più”

Renzo Rubino con “Il postino (amami uomo),

 Blastema con “Dietro l’intima ragione”

 Irene Ghiotto con “Baciami?”   

 

 

Maria Nazionale

 https://www.youtube.com/watch?v=0RvB_xz5FVM

Quando non parlo

Maria Nazionale

Quando non parlo e mi sto zitta
Sono felice perchè avverto la presenza delle note
E della loro, inesauribile bellezza

Quando non sento tocco il vento
E la sua musica non mente
E poi mi fa sentire mi fa sentire il senso
E la sua forza è, è una tempesta d’armonia

E poi, e poi
Non ci separeremo mai
Mentre il mondo galleggia nella bugia
C’è un bisogno infinito di poesia
E poi, e poi

Quando la notte lascio il letto
Guardo le stelle e mi rifletto come fa la luna in mare
E il mio cuore lo sta facendo con il tuo amore

E poi, e poi
Non ci separeremo mai
Mentre il mondo galleggia nella bugia
C’è un bisogno infinito di poesia
E poi, e poi

Dimenticando ogni rumore
Sento più forte il tuo respiro e all’unisono con il tuo
Niente va perso nell’incredibile universo

Musica e Testo di Enzo Gragnaniello

Delfini di Cresy Crescenza Caradonna



Delfini

Delfini liberi
nell’immenso mare
giocosi nuotano
in un allegro balletto d’amore

è un susseguirsi di stridenti suoni
nel profondo blu

spumeggianti
cavalcano l’onde argentee
nella sera che lentamente
va a morire.@

Cresy Crescenza Caradonna

 Delfini

 (sai che c’è )

di  Domenico e Massimo Modugno 

Tanto tempo fa
un grande filosofo indiano
scrisse ‘ Nel mare della vita
i fortunati
vanno in crociera
gli altri nuotano
qualcuno annega ‘

Ehi capitano mio
vado giu’
non e’ blu questo mare
non e’ blu
tra rifiuti pescecani ed SOS
vado alla deriva sto affogando

Che cacchio stai dicendo
affoghi in un bicchiere
sai nuotare come me piu’ di me
ce la fai se lo vuoi si che puoi
prendi fiato e vai
vai che ce la fai
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
dei pescecani
e di tanta brutta gente
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare

Ehi capitano mio
c’e’ una sirena
dice che mi ama
forse crede non lo so
lo saprai se anche tu l’amerai
non ci si nega mai
a chi dice si’
dille di si’ si’ si’ si’

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
sirene o no
noi ci innamoriamo sempre
siamo delfini
giochiamo con le donne belle

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
il mare e’ un letto grande grande
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Mare facci sognare tu
nei tuoi fondali verdi e blu
quanti tesori immersi
sommersi
Ehi capitano mio
siamo accerchiati
da cento barche
arpioni ami e cento reti
fuggi via tu che sei piu’ veloce
mi hanno solo ferito
ma sopravvivero’
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
la vita e’, e’ morire cento volte
siamo delfini
giochiamo con la sorte
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
vivremo sempre
noi sorrideremo sempre
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Sai che c’e’
e’ un gioco da bambini il mare


Cresy Crescenza Caradonna

Il violino



Il violino

http://wp.me/p2pBfG-12s

Note armoniose
magica sera,

agili mani
sul vivo legno
raccontano di te,

la musica è vita
il violino la passione.

Cresy Crescenza Caradonna
Copyright © 2010 Inedita
Tutti i Diritti riservati




Articolo correlato

 

Donna bambina

   

Donna bambina 

Da bambina a donna
piano piano s’aprono i tuoi confini

merletti tra gli scialli della nonna
li indossi mescolando il profumo di vaniglia
alla tua sensualità nascente

tra le lunghe ciocche di ramati capelli
ti perdi nello specchio dei tuoi pensieri,

quanti splendidi amori ti aspettano
sognati  ma non ancora vissuti.

Ti risvegli nel sole
spumeggiando nei raggi nascenti,
è là,  tra le aurore rosacee,  immergerai la tua beltà.

Cresy Crescenza
25 novembre 2010 @

Delfini

 

Delfini

 

Delfini liberi

nell’immenso mare

giocosi nuotano

in un allegro balletto d’amore

è un susseguirsi di stridenti suoni

nel profondo blu

spumeggianti cavalcano l’onde argentee

nella sera che lentamente va a morire.

Cresy Crescenza Caradonna

 

 Tutti i Diritti Riservati

Pubblicata anche su:

http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=184648

 Delfini  

(sai che c’è )

di  Domenico e Massimo Modugno 

Tanto tempo fa
un grande filosofo indiano
scrisse ‘ Nel mare della vita
i fortunati
vanno in crociera
gli altri nuotano
qualcuno annega ‘

Ehi capitano mio
vado giu’
non e’ blu questo mare
non e’ blu
tra rifiuti pescecani ed SOS
vado alla deriva sto affogando

Che cacchio stai dicendo
affoghi in un bicchiere
sai nuotare come me piu’ di me
ce la fai se lo vuoi si che puoi
prendi fiato e vai
vai che ce la fai
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
dei pescecani
e di tanta brutta gente
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare

Ehi capitano mio
c’e’ una sirena
dice che mi ama
forse crede non lo so
lo saprai se anche tu l’amerai
non ci si nega mai
a chi dice si’
dille di si’ si’ si’ si’

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
sirene o no
noi ci innamoriamo sempre
siamo delfini
giochiamo con le donne belle

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
il mare e’ un letto grande grande
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Mare facci sognare tu
nei tuoi fondali verdi e blu
quanti tesori immersi
sommersi
Ehi capitano mio
siamo accerchiati
da cento barche
arpioni ami e cento reti
fuggi via tu che sei piu’ veloce
mi hanno solo ferito
ma sopravvivero’
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
la vita e’, e’ morire cento volte
siamo delfini
giochiamo con la sorte
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
vivremo sempre
noi sorrideremo sempre
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Sai che c’e’
e’ un gioco da bambini il mare