Buona Pasqua di Crescenza Caradonna

BUONA PASQUA Cresy
BUONA PASQUA
Cresy

Vola colomba

Nilla Pizzi direbbe:
“Vola colomba bianca vola”
ora che lei non c’è più,
mi piacerebbe scrivere questo verso
sulla Bandiera della Pace.
Pace per tutti gli uomini
Pace per un futuro migliore
Pace per costruire amore.
Ricordo da bambina la canzoncina
che cantavamo dopo aver litigato tra noi bimbi :
” Pace Pace di Gesù non lo faccio più e nemmeno tu “
mi ritorna in mente sempre
come una nenia ossessiva
proprio in questi angosciosi giorni di guerra
sì perché è guerra
questa miserevole ricerca alla più sfrenata ricchezza
invadendo paesi
calpestando dignità
massacrando innocenti.
Quanto sangue e dolore dovrà ancora scorrere?
Vola colomba bianca vola
nei cuori di chi un cuore non ha
perso tra crudeli giochi di potere.@

©Cresy Crescenza Caradonna

©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati



http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=204758
http://centroculturalearianna.blogspot.com/p/le-vostre-poesie-sul-tema-identita-e.html

Finissage 3^ Rassegna d'arte contemporanea "Identità e Intercultura"

POESIA CHE HA PARTECIPATO AL:

 Vernissage 3° Rassegna d’arte contemporanea
“Identità e Intercultura”
 Domenica 15 gennaio 2012
Museo Civico di Striano
Napoli

Declamazione delle poesie dei poeti di facebook sul tema dell’intercultura: Maria Teresa Sica, Gentiana Marika Marika, Marinella Albora, Ilde Rampino, Imma Maddaloni, Sara Franco, Maria Luisa Brignola, Lorenzo Basile, Mara Zilio, Carla Colombo, Rosalba Coppola, Cresy Crescenza, Gianfranco Italo Tricolore.

D E S C R I Z I O N E 
Consegna attestati agli artisti
I N T E R V E NTI
prof. Giovanni Boccia,
Presidente centro Culturale Arianna Napoli Est
Prof.ssa Rosalba Coppola
Critica d’Arte

EVENTO PASSATO

 

tt10387266fltt.gif

È USCITO IL MIO NUOVO LIBRO
“Il libro della Nascita Filastrocche e poesie”


di Cresy Crescenza Caradonna
http://wp.me/p2OKaw-TH

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/poesia/libro-nascita-caradonna.html

1911816_301954186623037_79897068_n

 

BandieraDellaPace

Serata Finale Sanremese: Chi vincerà? di Cresy Crescenza Caradonna

Sanremo 2013Di Crescenza Caradonna 

Chi vincerà?

Stasera si proclamerà il vincitore del 63° Festival di Sanremo, i pronostici sugli eventuali finalisti prolificano in tutti i blog del web ma, personalmente, non mi soffermerò a far classifiche ma bensì a sottolineare la geniale idea degli autori di aver rilanciato la musica italiana attraverso la partecipazione di nuove generazioni di cantanti che hanno svecchiato il rituale del solito festival : i testi, i cantanti , l’orchestra, gli ospiti ed i presentatori sono stati i veri grandi protagonisti in questi cinque giorni  sanremesi.
Gli alti ascolti televisivi hanno premiato il festival seguito da un pubblico variegato che ha avvicinato più generazioni, spero che sia l’inizio di un nuovo che avanza e che possa, come in trasfert immaginario, coinvolgere anche altri settori in una  Italia viva e  pronta al cambiamento.

Di


Delfini di Cresy Crescenza Caradonna



Delfini

Delfini liberi
nell’immenso mare
giocosi nuotano
in un allegro balletto d’amore

è un susseguirsi di stridenti suoni
nel profondo blu

spumeggianti
cavalcano l’onde argentee
nella sera che lentamente
va a morire.@

Cresy Crescenza Caradonna

 Delfini

 (sai che c’è )

di  Domenico e Massimo Modugno 

Tanto tempo fa
un grande filosofo indiano
scrisse ‘ Nel mare della vita
i fortunati
vanno in crociera
gli altri nuotano
qualcuno annega ‘

Ehi capitano mio
vado giu’
non e’ blu questo mare
non e’ blu
tra rifiuti pescecani ed SOS
vado alla deriva sto affogando

Che cacchio stai dicendo
affoghi in un bicchiere
sai nuotare come me piu’ di me
ce la fai se lo vuoi si che puoi
prendi fiato e vai
vai che ce la fai
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
dei pescecani
e di tanta brutta gente
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare

Ehi capitano mio
c’e’ una sirena
dice che mi ama
forse crede non lo so
lo saprai se anche tu l’amerai
non ci si nega mai
a chi dice si’
dille di si’ si’ si’ si’

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
sirene o no
noi ci innamoriamo sempre
siamo delfini
giochiamo con le donne belle

Sai che c’e’
non ce ne frega niente
il mare e’ un letto grande grande
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Mare facci sognare tu
nei tuoi fondali verdi e blu
quanti tesori immersi
sommersi
Ehi capitano mio
siamo accerchiati
da cento barche
arpioni ami e cento reti
fuggi via tu che sei piu’ veloce
mi hanno solo ferito
ma sopravvivero’
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
la vita e’, e’ morire cento volte
siamo delfini
giochiamo con la sorte
Sai che c’e’
non ce ne frega niente
vivremo sempre
noi sorrideremo sempre
siamo delfini
e’ un gioco da bambini il mare
Sai che c’e’
e’ un gioco da bambini il mare


Cresy Crescenza Caradonna

Omaggio a Lucio Dalla – Mistero di Crescenza Caradonna

 Mistero

Risveglio lo spirito misterioso
la mia ragion d’esistere
quel demone capriccioso
che danza nella mia poesia

abita nei versi
sonori all’ascolto
di un’incessabile
inconfessabile
voglia di donarsi

pulsa nel mio petto
in nome dell’arte sopita
lotta con la ragione
sveglia il sangue brucia e prosciuga

é l’alba risveglio del mio viaggio
vertigine di quel vuoto
di malinconico stupore

mi avventuro
dimoro sgomenta
nell’infinito splendore
voce del mio canto d’amore
fuoco nelle mani d’insostenibile leggerezza

amore e morte
stessa anima
stesso mistero
meraviglia di lucida follia.@

1 marzo 2012 @ 

POESIA DI Cresy Crescenza Caradonna
Copyright©2011 Inedita
 

 Omaggio a

Lucio Dalla

Lucio Dalla / Alessio Sartore / Creative Commons
Lucio Dalla
Musica e Poesia
Genio e Sregolatezza
Follia e Ragione
Fragilità e DeterminazioneCresy @Crescenza

 

Vasco Rossi
La notizia corre in rete, passa di bocca in bocca…è morto Lucio Dalla… Stroncato da un infarto, se ne è andato nel sonno..
Non siamo mai pronti a notizie del genere, rimaniamo attoniti, sbalorditi, spaventati, arrabbiati e poi tristi molto tristi, senza parole. C’est la vie, questa è la vita..ha la precedenza su tutto meno che sulla morte, che arriva quando meno te la aspetti..
Un colpo a tradimento la fatalità, il caso!
Ci sentiamo all’improvviso parte di una stessa grande famiglia a cui viene a mancare il capofamiglia..perchè questo era Lucio Dalla: un padre affettuoso e sempre presente con il suo entusiasmo, le sue idee spesso all’avanguardia per il cantautorato italiano, il suo grande amore per la musica.Che lo ha accompagnato fino all’ultimo e questo ci consola, Lucio se ne è andato come avrebbe voluto, era in tour in piena attività…
Nessuno muore mai completamente, qualche cosa di lui rimane sempre vivo dentro di noi!
Wiva Lucio Dalla
  

Adriano Celentano
Per Lucio.
Pubblicato il 1 marzo 2012  

Lucio, amico caro di tutti. Da oggi il mondo sarà più buio. Prego e penso che poeti come te non dovrebbero mai morire. Il distacco umano da uomini e artisti grandi come sei stato e sei ,ci coglie sempre impreparati.
Ci mancherà tutto di te.
Anche i momenti di eroica fragilità che contribuivano a renderti sempre più grande.
Ti volevo e ti voglio bene.
Ero catturato dalla tua magica grandezza e delicata generosa umanità.
Ricordo quando mia figlia venne da te per trascorrere qualche giorno speciale di vacanza… le apristi la tua casa come un padre accoglie un figlio.
Parlavate di arte, di musica, della vita…
Mi raccontò di avere vissuto giorni meravigliosi, indimenticabili.
Indimenticabile come sei tu.
Adriano

 
 

Sulla sua bara

un cornetto,

una rosa rossa e una sigaretta.

 

Vernissage 3° Rassegna d’arte contemporanea “Identità e Intercultura” Vola colomba

Vola colomba

Nilla Pizzi direbbe:
“Vola colomba bianca vola”
ora che lei non c’è più,
mi piacerebbe scrivere questo verso
sulla Bandiera della Pace.
Pace per tutti gli uomini
Pace per un futuro migliore
Pace per costruire amore.
Ricordo da bambina la canzoncina
che cantavamo dopo aver litigato tra noi bimbi :
” Pace Pace di Gesù non lo faccio più e nemmeno tu “
mi ritorna in mente sempre
come una nenia ossessiva
proprio in questi angosciosi giorni di guerra
sì perché è guerra
questa miserevole ricerca alla più sfrenata ricchezza
invadendo paesi
calpestando dignità
massacrando innocenti.
Quanto sangue e dolore dovrà ancora scorrere?
Vola colomba bianca vola
nei cuori di chi un cuore non ha
perso tra crudeli giochi di potere.

Cresy Crescenza Caradonna©

Copyright©2011 Inedita
Tutti i diritti riservati



http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=204758
http://centroculturalearianna.blogspot.com/p/le-vostre-poesie-sul-tema-identita-e.html

Finissage 3^ Rassegna d'arte contemporanea "Identità e Intercultura"

 Vernissage 3° Rassegna d’arte contemporanea
“Identità e Intercultura”

 Domenica 15 gennaio 2012
Museo Civico di Striano
Napoli

 

P R O G R A M  M A

EVENTO PASSATO


Declamazione delle poesie dei poeti di facebook sul tema dell’intercultura:
Maria Teresa Sica, Gentiana Marika Marika, Marinella Albora, Ilde Rampino, Imma Maddaloni, Sara Franco, Maria Luisa Brignola, Lorenzo Basile, Mara Zilio, Carla Colombo, Rosalba Coppola, Cresy Crescenza, Gianfranco Italo Tricolore.

 

D E S C R I Z I O N E 

Consegna attestati agli artisti

I N T E R V E R R A N N O

 

prof. Giovanni Boccia, Presidente centro Culturale Arianna Napoli Est
Pro.ssa Rosalba Coppola, Critica d’Arte

I N T E R M E Z Z O  M U S I C A L E

 

Luciano Varnadi Ceriello    -Cantautore-

EVENTO PASSATO

Concerto

SAM_1831Concerto

Concerto di piazza

soffocante afa

l’orchestra va.

..

Seduta in prima fila

osservo pavoneggiarsi tra bianchi spartiti… il maestro.

Stretto nel suo frac

muove vorticosamente le mani

come fossero scosse elettriche.

Grasse signore applaudono fragorosamente.

Stupita, osservo divertita.

Luci sul palcoscenico tutti in piedi.

Seduta lì sulla mia poltroncina di prima fila

schiacciata da grassi sederoni borghesi,

sgattaiolo indisturbata tra le note finali

d’un concertodi una notte di mezza estate.@

Cresy Crescenza
Copyright©2011 Inedita

Tutti i diritti riservati

Info ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell’Autore.