Nata il 22 maggio (2010)”Solo Poesie Viaggio nelle memoria”

 

You Tube
You Tube

“Nata il 22 maggio”

Ritrovata
si tratta di me

mi spiego e canto nel pieno di pudica follia creativa
nata il ventidue maggio duemiladieci
sulle pagine virtuali
con amici virtuali,
niente private ma pubbliche sentenze come macigni

e poi una voce così sottile
travasa in me la voglia di continuare

sorella ardente e piena di parole vane e incostanti

si tratta di me
è la mia vita scelta o prescelta
angelica e dannata
si tratta di me
nata il ventidue maggio duemiladieci.©

Cresy Crescenza Caradonna
Diritti Riservati

°°°°°*****°°°°
DAL LIBRO:
Solo Poesie
Viaggio nella memoria

 USCITO su tutti gli store on-line
DOVE?
http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/solo-poesie-viaggio-nella-memoria-9788892600324.html

12935395_1265175230176721_153021670_n


Come una nuvola bianca
sta lassù nel cielo,
così bianca e bella lontana
Elisabeth, sei tu.

da ” Elisabeth ” di Hermann Hesse

 

Solo Poesie di Cresy

http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/03/nata-il-22-maggio-2010.html

  Related articles


Una rosa blu di Crescenza Caradonna

 

Una rosa blu

 

Una rosa blu
galleggia tra le acque fredde

una rosa blu
suda lacrime

una rosa blu
intrisa di rosso

nei flutti neri
s’agiata senza un perché,

se un domani ci sarà per capire
se un domani chiara l’alba tornerà
mi fermerò a pensare,

ma niente potrà restituire
ciò che il mare ha voluto prendere
negli abissi di un cristallino vetro assetato d’amore.

Cresy Crescenza Caradonna
15 gennaio 2012 @

Haiku
Rami in mare
ferme sono le stelle
Braccia al cielo©

Cresy@ Crescenza

http://andiamoalmaresi.wordpress.com/2012/10/13/una-rosa-blu/


  • Haiku (aldamerinicresi.wordpress.com)
  • Musica/Music (andiamoalmaresi.wordpress.com)

  • GRAZIE  PER LA FOTO A GIANNI NIGANICresy


Nata il 22 maggio di Crescenza Caradonna

You Tube
You Tube

Nata il 22 maggio

Ritrovata
si tratta di me

mi spiego e canto nel pieno di pudica follia creativa
nata il ventidue maggio duemiladieci
sulle pagine virtuali
con amici virtuali,
niente private ma pubbliche sentenze come macigni

e poi una voce così sottile
travasa in me la voglia di continuare

sorella ardente e piena di parole vane e incostanti

si tratta di me
è la mia vita scelta o prescelta
angelica e dannata
si tratta di me
nata il ventidue maggio duemiladieci.©

Cresy Crescenza Caradonna
Diritti Riservati

°°°°°*****°°°°
DAL LIBRO:

“Solo poesie Viaggio nella memoria”

Solo Poesie Viaggio nella memoria

di Crescenza Caradonna

12930713_599878476834207_252960918_n

Cresy Crescenza Caradonna

tt10389417fltt


Come una nuvola bianca
sta lassù nel cielo,
così bianca e bella lontana
Elisabeth, sei tu.

da ” Elisabeth ”

di Hermann Hesse

Solo Poesie di Cresy

http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/03/nata-il-22-maggio-2010.html

  Related articles

 

tt10450309fltt

 

download

 

Nata il 22 maggio (2010)

You Tube
You Tube

Nata il 22 maggio

Ritrovata
si tratta di me

mi spiego e canto nel pieno di pudica follia creativa
nata il ventidue maggio duemiladieci
sulle pagine virtuali
con amici virtuali,
niente private ma pubbliche sentenze come macigni

e poi una voce così sottile
travasa in me la voglia di continuare

sorella ardente e piena di parole vane e incostanti

si tratta di me
è la mia vita scelta o prescelta
angelica e dannata
si tratta di me
nata il ventidue maggio duemiladieci.©

Cresy Crescenza Caradonna
Diritti Riservati

°°°°°*****°°°°
DAL LIBRO:
“Nata il 22 maggio”
Storia di una poetessa

di Crescenza Caradonna


Come una nuvola bianca
sta lassù nel cielo,
così bianca e bella lontana
Elisabeth, sei tu.

da ” Elisabeth ”

di Hermann Hesse

Solo Poesie di Cresy

http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/03/nata-il-22-maggio-2010.html

  Related articles

Il silenzio di Cresy Crescenza Caradonna

“Il silenzio”

su:
Solo Poesie di Cresy

Heart Divider

Il silenzio
è poesia essenza musicale

ampiezza d’amore melodiosa

 

espressione formale d’ardui pensieri
luoghi ambienti e tempi e spazi

 

è manifesto scavato il rincorrersi liberi
allineo i pensieri vetro dell’anima.@

 Crescenza Caradonna©

 

Related articles



 

Pink Roses Bouquet

Una rosa blu

Una rosa blu

Una rosa blu
galleggia tra le acque fredde

una rosa blu
suda lacrime

una rosa blu
intrisa di rosso

nei flutti neri
s’agiata senza un perché,

se un domani ci sarà per capire
se un domani chiara l’alba tornerà
mi fermerò a pensare,

ma niente potrà restituire
ciò che il mare ha voluto prendere
negli abissi di un cristallino vetro assetato d’amore.

Cresy Crescenza Caradonna
15 gennaio 2012 @

Haiku
Rami in mare
ferme sono le stelle
Braccia al cielo©

Cresy@ Crescenza

http://andiamoalmaresi.wordpress.com/2012/10/13/una-rosa-blu/



	

Nata il 22 maggio (2010)

You Tube
You Tube

Nata il 22 maggio

Ritrovata
si tratta di me

mi spiego e canto nel pieno di pudica follia creativa
nata il ventidue maggio duemiladieci
sulle pagine virtuali
con amici virtuali,
niente private ma pubbliche sentenze come macigni

e poi una voce così sottile
travasa in me la voglia di continuare

sorella ardente e piena di parole vane e incostanti

si tratta di me
è la mia vita scelta o prescelta
angelica e dannata
si tratta di me
nata il ventidue maggio duemiladieci.©

Cresy Crescenza Caradonna
Diritti Riservati

°°°°°*****°°°°
DAL LIBRO:
“Nata il 22 maggio”
Storia di una poetessa


Come una nuvola bianca
sta lassù nel cielo,
così bianca e bella lontana
Elisabeth, sei tu.

da ” Elisabeth ”

di Hermann Hesse

Solo Poesie di Cresy

http://solopoesiedi.blogspot.com/2011/03/nata-il-22-maggio-2010.html

  Related articles

Mal d’Africa

“Mal d’Africa”

Il mio volo partì puntuale…ero eccitata dall’idea di andare in Africa, visitare il continente nero dei nostri padri. Quella mattina, il caldo afoso africano si mischiava ad un forte vento, granelli di sabbia ovunque.
Chiusi gli occhi poi gli aprii: uno scenario d’altri tempi, si presentò in tutta la sua beltà. Distese dorate di dune sconfinate fin oltre l’immaginabile e la mia attenzione si spostò su di una donna, poteva avere non meno di sedici anni e stringeva al petto un frugoletto piccolo piccolo. Il suo viso era ambrato e poi gli occhi, quegli occhi neri come la pece, incrociarono i miei. Cosa volevano dirmi? Mi avvicinai a lei, accarezzai il suo piccolo e capii, capii.

Stuprata, da un immondo uomo che le aveva rubato la verginità,elemosinava ..sì cibo ma principalmente amore.
Non fu piacevole la vacanza, in me, nella mia anima, c’era lei, sempre lei, la dolce madre bambina.

Crescenza Caradonna


3 settembre 2010 @

 

Solo Poesia di Cresy

Album:

” Brevi Racconti “

di Solo Poesia di Cresy

Non copiare o scaricare per non incorrere nelle Normative Vigenti di Legge