La Testa del Turco (Cape du Turk in barese),di Cresy Caradonna

Curiosità, Italia, Puglia

La Testa del Turco
(Cape du Turk in barese)



Foto di Cresy Caradonna

Sabato|01 agosto 2020 Scritto da Cresy Caradonna

La Testa del Turco (Cape du Turk in barese) si trova in Strada Quercia 10, in rilievo sull’architrave di una casa, nei pressi di piazza 62 Marinai per le vie di Bari Vecchia, la scultura con la testa mozzata “appartiene” all’emiro turco Mufarrag che governava sulla città dall’840.

Legata alla Testa del Turco c’è una leggenda che vede come protagonista, oltre al turco, anche una delle due befane della tradizione popolare barese: una buona che regalava doni e l’altra cattiva che dava la morte a chiunque incontrasse. L’emiro non credeva in questa leggenda e per beffarsi degli abitanti di Bari decise di sfidare la Befana cattiva e nella notte fatidica, armato solo della sua fida scimitarra, si avventurò per i vicoli deciso ad affrontarla e a vincerla. Ma l’esito non fu per nulla positivo per l’emiro perché la Befana cattiva, appena lo vide, con un rapido colpo di falce gli mozzò la testa, che rotolò per vicoli e corti.

La leggenda non è finita qui: la testa del Turco si conficcò fin sotto la porta di quella casa, ma per allontanare il suo spirito i baresi distrussero l’edificio e ne costruirono uno nuovo.Tempo dopo, durante una calda notte d’estate, una vecchietta vide per strada un ragazzo a cui chiese cosa facesse in giro a quell’ora. Quel ragazzo era il Turco, tornato per andare a occupare nuovamente il “suo spazio” nella facciata della casa. Legata alla tradizione popolare e tramandata da secoli, la leggenda fa riferimento al periodo in cui Bari subì la dominazione araba, divenendo sede di un emirato dipendente da Baghdad (840-870 circa).

La Testa del Turco
(Cape du Turk in barese)


Un detto popolare recita: “Il turco che, per non perdere la faccia, ci rimise la testa” non ci resta che crederci tra realtà e fantasia.

Cresy Caradonna

ARTICOLO CORRELATO SU:
PUGLIA D’AMARE
-NOTIZIE-


CALENDARIO

Almanacco, Calendario, IL CALENDARIO SAGGIO IL CALENDARIO POETICO Santi del 22 settembre: San Maurizio, Candido, Essuperio, Vittore e compagni (Martiri della Legione Tebea)|San Settimio di Jesi (Vescovo e Martire), Sant’Emmerano di Ratisbona (Abate e Martire), Santa Basilia (Martire). San Maurizio è il protettore di alpini, Guardie svizzere, militari, tintori. Nato il 22 settembre 1958 aLeggi tutto “CALENDARIO”

Vota:

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.


ARTICOLO CORRELATO SU:
PUGLIA D’AMARE
-NOTIZIE-

Categorie:

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...