“DOPO” poesia di Cresy Caradonna

Dopo

Il mare è una distesa e il cielo la sua volta solo silenzio.

Sibila il vento sopra le case: la stretta persiana
s’è destata più fredda e più spoglia.
Accanto al talamo una sagoma: la persiana
vulnerabile, tutto tace nessuno guarda.
Ritmico e lento è l’andare delle ore,
assopiti dalle sferzanti folate:
e la gente cammina per strada al di là della persiana e tace.

Il crepuscolo s’affaccia nel cielo specchiandosi nel mare
il disco solare amoreggia, facogitandosi in esso.

E il piacere della sera affonda sulla pelle
che par appagare i sensi.
Il vento sibila dalla stretta finestra
dentro il buio che avanza.

Domani quel cielo pulito e il silente mare all’alba nasceranno
insieme per tornare a riamarsi

Cresy Crescenza Caradonna
Inedita 2020

Classificazione: 1 su 5.
Maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Continua a leggere ““DOPO” poesia di Cresy Caradonna”