Motopeschereccio Francesco padre: una ferita ancora aperta 25 anni dopo la tragedia

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE

Comunicato stampa

Motopeschereccio
Francesco padre: una ferita ancora aperta 25 anni dopo la tragedia

Il prossimo 4 novembre sono 25 anni. E’
passato un quarto di secolo da quando, il 4 novembre 1994, il motopeschereccio
Francesco padre esplose al largo delle coste del Montenegro con tutto il suo
carico umano. Quella notte persero la vita Giovanni Pansini, Saverio Gadaleta,
Luigi De Giglio, Francesco Zaza e Mario De Nicolo.

Per ricordarli la sera del 4 novembre, in
chiesa, proprio come avviene da 25 anni, si riuniranno i loro parenti ma anche
i colleghi pescatori, i rappresentanti delle associazioni dei pescatori, il
sindaco, Tommaso Minervini, autorità civili e militari. La cerimonia religiosa
si terrà, alle 18.30, nel Duomo. Al termine della funzione, dopo un breve
corteo, alcuni pescherecci e una motovedetta della Capitaneria di porto lanceranno
una corona nello specchio acqueo del porto.

«Saremo in chiesa accanto ai parenti delle vittime di…

View original post 190 altre parole

Categorie:

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...