“Mi chiamo Maria”

“Mi chiamo Maria”

Mi chiamo Maria mi hanno strappato la mia bambina dalle braccia dal mio seno mentre la allatavo, ho passato 30 anni a chiedermi perché l’avessero fatto cercandola disperatamente poi un giorno una lettera in cui una donna mi cercava per conoscermi.

Era la mia piccola bambina che mi aveva ritrovata dopo tutti quegli anni passati con quella spina nel cuore che sanguinava ogni giorno sempre di più.

Il passato non si può dimenticare ti porge il conto bello o brutto che sia: è lì senza ma e senza se.

L’odor di mamma è quello che cercava la bambina ormai donna, quell’odore che se pur silente l’ha riportata alle sue radici mai dimenticate e ritrovate in quel volto ormai rugoso di una mamma che non ha avuto la libertà di scegliere liberamente della sua vita.

(Mini racconto frutto di fantasia tratto da un fatto realmente accaduto)

di Cresy Crescenza Caradonna

Categorie:

1 Comment

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...