”GUERRA”

I FATTI DEL GIORNO 27336559_1969531886407715_284565499825149975_n a cura di Crescenza Caradonna


”GUERRA”

433682-thumb-full-siriadasostituire08042018

Nei racconti tutto appare lontano ma le lacrime ed il sangue versato ha una scadenza? Oggi un fiume di sangue scorre come ieri e come sarà se non si porrà fine alla GUERRA che altro non è che voglia di POTERE.

Quel potere intriso di vittime innocenti è il male del mondo che tutto cancella annientando popoli e genti principalmente donne, bambini e vecchi perchè sono i più deboli che ne subiscono le conseguenze, mai più vorrei vedere mamme violentate, uomini sgozzati, bambini fatti a pezzi in nome di chi?

Un sorriso è ben lontano oggi, sul mio viso, c’è solo il posto per le lacrime salate, amare, rosse, impotenti ma se tutti facessimo un passo indietro, cominciando proprio da noi stessi come persone individuali anche nel nostro picccolo, avremmo contribuito e senz’altro contribuiremo a rendere il mondo più vivibile, consegnandolo ai nostri figli nella consapevolezza di donargli un futuro migliore.

GIOVEDÌ 12 APR.2018
Crescenza Caradonna

Trump : preparatevi ai nostri missili

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


Trump : preparatevi ai nostri missili

Donald J. Trump

 @realDonaldTrump
 Russia vows to shoot down any and all missiles fired at Syria. Get ready Russia, because they will be coming, nice and new and “smart!” You shouldn’t be partners with a Gas Killing Animal who kills his people and enjoys it!


“La situazione nel mondo è sempre più caotica, ma spero che il buon senso prevalga e le relazioni finiscano su un percorso costruttivo” dice il presidente russo, Vladimir Putin

View original post

Siria, attacco ai ribelli: «A Duma oltre 100 morti, molti bambini. Usate armi chimiche»

PUGLIA D'AMARE QUOTIDIANO D'INFORMAZIONE


ARTICOLO DI Leggo.it

Risultati immagini per leggo.it


Siria, attacco ai ribelli:

«A Duma oltre 100 morti, molti bambini.

Usate armi chimiche»

Almeno cento persone sono rimaste uccise e molte altre ferite gravemente in un sospetto attacco chimico a Duma, roccaforte dei ribelli siriani nella Ghuta orientale, alle porte di Damasco. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), i primi bilanci di decine di uccisi si sono aggravati a causa della gravità delle condizioni di salute di numerose persone che hanno mostrato segni di soffocamento e difficoltà respiratorie. Il precedente bilancio parlava di almeno 70 uccisi. Secondo i White Helmets, un gruppo di soccorritori che operano in aree controllate dall’opposizione in Siria, la maggior parte delle vittime sono donne e bambini. La Siria nega l’uso di armi chimiche.

«Molte delle vittime erano donne e bambini e presentavano sintomi consistenti con l’inalazione di gas tossico», si legge in una nota. «Alcune delle…

View original post 597 altre parole