“L’immensità della luce” di Athos Faccincani -BARI-

‘Terra mia’

Terra secca
terra di contadini
arsa dal sole
gocce di sudore tra le zolle
è mare giallo
è amore
si sgretola tra le mani callose
grida sangue e lacrime
grida onore

risuona l’eco dei padri
lì tra la nuda terra
disperato grido d’aiuto

terra secca
terra mia
ne sento l’acre profumo

qui come anima di radici
qui tra la mia gente contadina
dove sparse saranno le mie ceneri
al vento caldo del sud.

Crescenza Caradonna

 


 


”Mare e terra”

 

Ogni attimo sulla terra
cerco te
stranieri dimentichiamo
il domani
stranieri ma vicini
come mare e terra

non mi ritroverai nell’infelicità
tremi ma sento nei tuoi brividi l’anima mia
ogni attimo sulla terra
cerco te

nella luce si confonde il tuo amore
pensarci è chiedere di te
ogni attimo per sempre
tra mare e terra.

Crescenza Caradonna

”Il mio mare”

Notte buia, questa notte,
nuvole coprono la tonda luna
che cerca uno spiraglio per
illuminare questa magica

sera di fine giugno
spira un dolce vento malinconico
due innamorati si baciano appassionatamente
li guardo timidamente poi
il mio sguardo si volge al mare
l’immenso mare oltre la muraglia

è bello il mio mare
il mare della mia città e le tante
barche si rispecchiano sull’onde
formando meravigliose sfumature argentee

è ora di tornare a casa
ma nel mio cuore nei miei occhi,
resteranno le immagini
che nessun pittore
potrà mai dipingere.©

Crescenza Caradonna

 

PUGLIA D'AMARE Quotidiano d'informazione

di Crescenza Caradonna


MOSTRA PERSONALE
di   Athos Faccincani

“L’immensità della luce”

11 marzo sabato nel Colonnato della Città Metropolitana di Bari si presenta la personale di Athos Faccincani.

 



 

L’ingresso alla mostra, aperta al pubblico fino al 25 marzo (dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 19.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00), è sempre gratuito.

La personale di pittura è organizzata dalla “Contemporanea galleria d’arte” di Giuseppe Benvenuto,con il patrocinio della Città Metropolitana.


BIOGRAFIA

Athos Faccincani nasce a Peschiera del Garda il 29 Gennaio 1951. Negli anni 70 il giovane artista comincia a farsi notare per l’intensità espressiva delle sue figure. Gli viene così commissionata una mostra sulla Resistenza presso la Gran Guardia di Verona che gli frutterà la Medaglia di Cavaliere della Repubblica, consegnatagli dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini. Nel 1980, dopo un profondo cambiamento interiore, Faccincani decide di lasciarsi ispirare dalla Natura, che…

View original post 180 altre parole

Annunci

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...