Foibe: 10 febbraio il giorno del ricordo

“Foibe: 10 febbraio il giorno del ricordo”

“Foibe” parola dialettale istriana che significa fossa, nell’ambito dell’esodo istriano della popolazione italiana della Venezia Giulia e della Dalmazia durante la seconda guerra mondiale nel dopoguerra.

Foibe quindi è una parola che deriva dai grandi inghiottoi carsici dove furono gettati i corpi delle vittime che nella Venezia Giulia sono denominate appunto “foibe”.
Il massacro fu operato per la secolare disputa fra italiani e popoli slavi per il possesso delle terre dell’Adriatico orientale in quanto con il crollo della dittatura fascista andava imponendosi quella filosovietica.

——————————————————
‘ Pagina ingiallita’
Eccidio
violenza sangue lacrime
ricordi sbiaditi dal tempo,
nei racconti dei sopravvissuti
navigo sconcertata,
quanto dolore
sevizie inghiottite
sui stentati corpi gettati nella rossa terra,
pagine ingiallite che raccontano
di selvaggi aguzzini,
che in un alba senza crepuscolo
spezzarono la vita di innocenti,
una bomba nella cavità
raffiche di mitra…e poi il buio;
aria libera la violenza
oggi in un aurora che grida solo pace@
di Crescenza Caradonna

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: