Omaggio a Lucio Dalla – Mistero di Crescenza Caradonna

 Mistero

Risveglio lo spirito misterioso
la mia ragion d’esistere
quel demone capriccioso
che danza nella mia poesia

abita nei versi
sonori all’ascolto
di un’incessabile
inconfessabile
voglia di donarsi

pulsa nel mio petto
in nome dell’arte sopita
lotta con la ragione
sveglia il sangue brucia e prosciuga

é l’alba risveglio del mio viaggio
vertigine di quel vuoto
di malinconico stupore

mi avventuro
dimoro sgomenta
nell’infinito splendore
voce del mio canto d’amore
fuoco nelle mani d’insostenibile leggerezza

amore e morte
stessa anima
stesso mistero
meraviglia di lucida follia.

1 marzo 2012 @ 

POESIA DI
Crescenza Caradonna
Copyright©2011 Inedita

 Omaggio a

Lucio Dalla

Lucio Dalla / Alessio Sartore / Creative CommonsFoto di Alessio Sartore

Musica e Poesia
Genio e Sregolatezza
Follia e Ragione
Fragilità e Determinazione
Cresy @Crescenza

Vasco Rossi
Per Lucio

La notizia corre in rete, passa di bocca in bocca…è morto Lucio Dalla… Stroncato da un infarto, se n’è andato nel sonno..
Non siamo mai pronti a notizie del genere, rimaniamo attoniti, sbalorditi, spaventati, arrabbiati e poi tristi molto tristi, senza parole. C’est la vie, questa è la vita..ha la precedenza su tutto meno che sulla morte, che arriva quando meno te la aspetti..
Un colpo a tradimento la fatalità, il caso!
Ci sentiamo all’improvviso parte di una stessa grande famiglia a cui viene a mancare il capofamiglia..perchè questo era Lucio Dalla: un padre affettuoso e sempre presente con il suo entusiasmo, le sue idee spesso all’avanguardia per il cantautorato italiano, il suo grande amore per la musica.Che lo ha accompagnato fino all’ultimo e questo ci consola, Lucio é andato via  come avrebbe voluto, era in tour in piena attività…
Nessuno muore mai completamente, qualche cosa di lui rimane sempre vivo dentro di noi!
Viva Lucio Dalla
  
 Adriano Celentano
Per Lucio.

Pubblicato il 1 marzo 2012 da Adriano Celentano

Lucio, amico caro di tutti. Da oggi il mondo sarà più buio. Prego e penso che poeti come te non dovrebbero mai morire. Il distacco umano da uomini e artisti grandi come sei stato e sei ,ci coglie sempre impreparati.
Ci mancherà tutto di te.
Anche i momenti di eroica fragilità che contribuivano a renderti sempre più grande.
Ti volevo e ti voglio bene.
Ero catturato dalla tua magica grandezza e delicata generosa umanità.
Ricordo quando mia figlia venne da te per trascorrere qualche giorno speciale di vacanza… le apristi la tua casa come un padre accoglie un figlio.
Parlavate di arte, di musica, della vita…
Mi raccontò di avere vissuto giorni meravigliosi, indimenticabili.
Indimenticabile come sei tu.
Adriano

 

Sulla sua bara

un cornetto,

una rosa rossa e una sigaretta.

 1902794_631922323547155_1733350340_n

 hearted-smiley

Annunci

Un commento

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...