#Dice Alda Merini di Cresy#Crescenza Caradonna

 

Dice Alda Merini che
 «il pensiero di chi legge poesia è aperto verso altri orizzonti»:
da una poesia, anche solo d una sua parola che ci colpisce, possiamo partire per inventarne altre, per creare un universo immaginativo nuovo, nostro. La poesia è leggenda specie in età giovanile quando ogni palpito del cuore e ogni conoscenza umana diventano filosofia dell'amore» ≈

Ho conosciuto in te le meraviglie
meraviglie d’amore sì scoperte

che parevano a me delle conchiglie
ove odoravo il mare e le deserte
spiagge corrive e lì dentro l’amore

mi sono persa come alla bufera

sempre tenendo fermo questo cuore
che (ben sapevo ) amava una chimera.

Alda Merini

 

‘Una conchiglia’

Alzo gli occhi
miro il tuo sorriso

tra le mani stringi l’amore
in fondo all’anima ti cullo,

una conchiglia all’orecchio
ascolto il rumore del mare
eco perlaceo di ricordi
segreti serrati di te… di noi,

onde si infrangono tumultuose sulle rocce
ti respiro

danza la brezza questa notte intorno al fuoco
tra i rossi di un tramonto chiamato amore.@

28 marzo 2012 @ 

diCresy Crescenza Caradonna

AUGURI A TUTTI

 

2 Comments

LASCIA UN COMMENTO...GRAZIE!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...