Panzerotti alla barese

Crescenza Caradonna's Blog

  • Panzerotti alla barese 
    ( FILASTROCCA )

Pronto l’olio già fumante
lui aspetta trepidante

panzerotti alla barese
son già pronti sul tagliere

fuma fuma la padella
corro corro in cucina
tra i fornelli ed altro ancora
mille odori casalinghi fan salire l’acquolina

caldi caldi son già pronti
stuzzicanti panzerotti
nel ricordo sempre vivo
di una barese nonna arzilla
che un giorno mi insegnò che
la porta dell’amore parte sempre dal tuo cuore
e attraverso il buon mangiare
t’apre sempre il buon umore.@

Questa filastrocca la trovate nel libro:

“IL LIBRO DELLA NASCITA FILASTROCCHE POESIE”

DOVE POTETE ACQUISTARLO:
http://wp.me/P2OKaw-Ug

http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/poesia/il-libro-della-nascita.html
http://wp.me/P137Y2-5zS

View original post

Ancora una donna sfigurata con l’acido

Crescenza Caradonna >Cronaca<

« Ancora una donna sfigurata con l’acido »

 economici-bianco-magliette-in-taglie-per-adulti-s-1

(ANSA) – GENOVA, 12 AGO Una donna e’ stata sfigurata con dell’acido che una persona le ha gettato sul viso stamani a Genova. E’ accaduto all’ospedale Galliera dove la donna, che ha 46 anni, lavora come impiegata di una impresa di pulizie. L’ aggressore al momento e’ sconosciuto. Secondo quanto appreso, ha atteso la donna a fine turno all’interno dell’ospedale. La vittima, portata al pronto soccorso dello stesso Galliera, ha ustioni al volto, in particolare a un occhio. I carabinieri seguono la pista sentimentale.

 


 

Femminicidio
 di Crescenza Caradonna©

Una parola che fa orrore ma che aumenta di anno in anno, leggi più dure dovrebbero essere applicate e pene più sicure per gli assassini che massacrano in modo tremendo le loro donne.Minacce e violenze, soprusi ed angherie: quante mogli, madri e fidanzate ancora dovranno pagare con il loro sangue la…

View original post 80 altre parole

Poesia nuova

Crescenza Caradonna's Blog


Poesia Nuova

Lasciarsi andare nel tempo
navigare nel liquido mare dello spazio,
sono solo sogni
disegnati da una mano invisibile
proiettati in me.

Difficile interpretarmi
condividere l’io dell’anima,
poetare  non poetare.

Guardo oltre me
oltre retaggi già scritti,
scopro l’essenza
la mia essenza.

È la nuova poesia, la mia.

Crescenza Caradonna

31 agosto 2010 @ 08:11

Copyright©Tutti i diritti riservati
ALL RIGHTS RESERVED

Pubblicata anche su:

CLICCA

BENVENUTI NEL BLOG!

View original post