L’anima e la rosa -poesia di CresyCaradonna

  L’anima e la rosa Labirinto d’amore tempo dell’anima evanescente svanisce all’alba dei giorni nè resta l’illusione dei ricordi deserto d’una lucida passione prigioniera di baci, una rosa rossa una goccia di me una spina di te ombra è l’aurora ombra perduta in un tacito cuore d’un grido d’amore.  Crescenza Caradonna©

CRESCENZA CARADONNA'S BLOG

Bari Vecchia

Passeggio per le stradine della mia città, odore di ragù e di pulito, tra i vicoli donne sull’uscio intente ad impastare e a chiacchierare, parole incomprensibili, mi salutano allegramente. In lontananza odo i rintocchi del vecchio campanile, l’aria è profumata di mare mentre stridenti rondini si librano tra i ruderi di antiche case nobiliari svetta la Basilica di San Nicola. Mi incammino tra gli stretti vicoli di Bari vecchia, la vita scorre lenta lenta tra quei ciottoli pregni di storia. L’odore buono del mare solletica il mio olfatto già estasiato dai mille e più profumi dei vicoli in festa per San Nicola, sì il santo patrono della città : oggi è il giorno a lui dedicato. Una folla di gente accorre verso la muraglia, le vecchie mura della città, brulica con il naso all’insù dove spettacolari fuochi dai colori fantastici illuminano la notte stellata baciata da una argentea luna piena…

View original post 132 altre parole

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: