Il fiume

 


Verdi gocce in ogni ramo
chiari germogli primaverili
si dischiudono ai freschi raggi.

Bevo della rugiada mattutina
rido al vento portatore di ebbrezza nuova
frizzante l’aria si scalda
tutto ha sapor di fragole e more nei rovi di luce,

l’erba mi par azzurra e
lentamente raggiungo il fiume
tappeto d’occhi di vellutata seta turchina,

pace e silenzio
contemplo,

scorre lento il fiume
lento par cullar un bimbo

socchiudo gli occhi sono entrata nel sogno.

Cresy Crescenza Caradonna

27 gennaio 2011 @


L'autore dell'opera è pregato di contattarmi..grazie!