La fuga poesia di Cresy Caradonna

LA FUGA Alberi s'inerpicano lungo il cemento di astruse costruzioni metropolitane piantagioni in città prati viola fiori  sterili respiro l'aria satura d'inquinamento. Ho voglia di  fuggire ore e poi giorni e poi anni e poi e poi solo cemento. Ritorno al passato. Cresy Crescenza Caradonna 22 settembre 2010 @    

‘Labbra d’arancia’ Poesia di Cresy Crescenza Caradonna

Labbra d'arancia Candore di corpo di donna tu fanciulla dalle labbra d'arancia sorella madre amante imprigioni le essenze femminili dell'immaginario maschile penetrano lembi di luce nei carezzevoli occhi di brace il mare si mescola al sole la malizia si mescola all'ingenuità incorniciata  nei tuoi vent'anni canti il tempo della giovinezza trionfo della tua età. Crescenza... Continue Reading →

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: